Cosa è la UEE

l’UEE, che comprende cinque Paesi (Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Russia e Kirghizistan), ricchi di risorse naturali e con una popolazione totale di circa 184 milioni di persone. Nei primi mesi operativi dell’UEE, nel 2015, la cooperazione economica tra i suoi membri è cresciuta in modo esponenziale, attirando l’interesse di altri Paesi. Nel maggio 2015 la Repubblica araba d’Egitto, importante partner dei Paesi dell’UEE, presentava domanda ufficiale per la creazione di un accordo di libero scambio con l’UEE. Il 26 dicembre 2016, il Consiglio Economico Supremo Eurasiatico (SEAEC) riunendosi decise “l’avvio dei negoziati con la Repubblica araba d’Egitto per concludere l’accordo su uno spazio di libero scambio“. Secondo il documento, tutti gli Stati membri dell’UEE dovrebbero avviare negoziati con l’Egitto, con l’agevolazione della Commissione economica eurasiatica (CEE). Nel marzo 2017, una delegazione del Consiglio della Federazione Russa guidata dalla presidentessa Valentina Matvienko visitò l’Egitto. A Cairo, la signora Matvienko venne accolta dal Presidente egiziano Abdulfatah al-Sisi con cui discusse i dettagli dell’accordo UEE-Egitto, quindi affrontando la stampa, la Presidentessa del Consiglio della Federazione Russa affermò di affidarsi alla rapida istituzione dell’accordo, che porterebbe all’espansione della cooperazione economica e commerciale tra Egitto, Russia e i Paesi dell’UEE.
Un altro Stato vicino alla creazione di un accordo di libero scambio con l’UEE è la Repubblica Islamica dell’Iran, dai numerosi legami nei progetti economici congiunti con Russia e Armenia. Nel febbraio 2017, il Primo Viceprimo ministro russo Igor Shuvalov visitò la capitale iraniana. Uno degli argomenti principali nei colloqui con il Ministro dell’Industria, Miniere e Commercio Mohammad Reza Nematzade ed altri importanti esponenti del governo iraniano fu l’istituzione di un FTA. Nel marzo 2017, il Presidente iraniano Hassan Rouhani visitò la Russia. Durante l’incontro con il Presidente Vladimir Putin ricordò che nel 2016 il fatturato commerciale russo-iraniano era cresciuto del 70%. Con tale commercio intenso, la creazione di un FTA sarà probabilmente estremamente vantaggiosa per entrambe le parti. Il leader iraniano osservò anche che la cooperazione economica russo-iraniana aveva raggiunto nuovi vertici e che un accordo di libero scambio con l’UEE permetterà all’Iran di espandere il commercio con i Paesi dell’Unione e creare nuove condizioni regionali. Tuttavia, l’ora esatta dell’istituzione del FTA tra UEE e Iran va ancora annunciata. Nell’aprile 2017, il Consiglio Economico Supremo Eurasiatico si riunì e Shuvalov osservò che l’accordo non era ancora stato ultimato e che sarebbero necessari ulteriori lavori per la conclusione e la firma. Tuttavia, è improbabile che il progetto FTA UEE-Iran affronti seri ostacoli. Va ricordato che oltre al commercio intenso, l’Iran collabora con la Russia (che svolge un ruolo chiave nell’UEE) sull’energia nucleare. Alcun altro Paese ha dato tanto assistenza al programma nucleare iraniano come la Federazione Russa. Attualmente gli specialisti russi continuano la costruzione della centrale nucleare di Bushehr.

https://aurorasito.wordpress.com/2017/05/07/uee-nuovo-passo-verso-lintegrazione-eurasiatica/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: