Alture del Golan

BEIRUT, LÍBANO (2:50 AM) -Forze statunitensi e britanniche, assieme a reparti giordani, sono entrate da sud in Siria nella notte di Domenica ed hanno attraversato il passaggio di frontiera di Al-Tanf nel governatorato di Homs, secondo le informazioni fornite dalla Smart Agency. Secondo queste informazioni, circa 150 militari statunitensi e britannici e vari contingenti di truppe giordane, sono entrati in territorio siriano, come risulta dai filmati metre questi si trasferivano in direzione dell’area di Hamimah. L’area di Hamimah si trova a circa 90 Km. all’est di Palmira, vicino la campagna di Deir Ezzor; la sua prossimità alla città strategica di Al-Bukamal, trasformata questa in un importante obiettivo militare per le truppe statunitensi e britanniche. Vedi: Youtube.com/Watch Secondo gli analisti militari, l’avanzata di queste truppe verso l’area di Hamimah ha come propria finalità immediata quella di bloccare le forze dell’Esercito Arabo Siriano (EAS) nel governatorato di Deir Ezzor, fatto che potrebbe provocare possibili scontri diretti tra le due parti contrapposte. L’altro obiettivo militare e strategico è quello di sottrarre alle forze siriane e di Hezbollah il controllo della zona al confine tra Siria/Iraq/ Giordania e la strada di comunicazione n. 1 che collega la capitale giordana, Amman,  a Baghdad, capitale dell’Iraq. Nello stesso tempo sembra chiaro che Washington vuole fare fallire in partenza il piano concordato tra Russia/Iran/Turchia ad Astana delle 4 zone per la cessazione del fuoco, piano da cui gli USA erano esclusi. L’intelligence russa e siriana aveva già individuato da giorni l’anomala concentrazione di truppe e mezzi sulla frontiera Siria/Giordania e non erano passate inosservate le manovre condotte dalle forze USA e giordane. Nota: Si rende evidente il tentativo perseguito dal comando militare USA e Britannico di arrvare ad uno smembramento di fatto di alcune regioni della Siria, tanto a nord, dove già gli USA stanno fornendo armi pesanti alle formazioni curde, quanto a sud dove si stanno impiegando forze militari giordane in appoggio ai gruppi ribelli armati dagli USA e dal Regno Unito. Prosegue in pratica il vecchio piano di spartizione della Siria pianificato a suo tempo da Washington con l’appoggio dell’Arabia Saudita e del Qatar. Il piano era stato momentaneamente bloccato dall’intevento delle forze aeree russe in Siria. Sarà importante verificare a breve quale sarà la reazione del comando russo a questa ennesima invasione della Siria da parte di forze militari straniere accompagnate da truppe mercenarie. Fonte: Al Masdar News Traduzione e nota: Luciano lago

http://www.controinformazione.info/ultima-ora-forze-usa-e-britanniche-sono-entrate-in-siria-dal-sud-confine-siriagiordania/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

2 pensieri riguardo “Alture del Golan”

  1. Dice wikipedia: Il territorio è de iure appartenente alla Siria, mentre de facto è occupato militarmente e amministrato da Israele che ha proceduto alla sua annessione unilaterale e non riconosciuta dalle Nazioni Unite. Siria e Israele non vi hanno scontri militari dal 1974. Nel 2008 sono stati avviati dei contatti tra le amministrazioni siriana ed israeliana per portare a termine il contenzioso.

    "Mi piace"

  2. Hezbollah sta inviando centinaia di combattenti in appoggio all’Esercito siriano ad Homs, in Siria per combattere contro i miliziani ribelli appoggiati dalle forze speciali USA. Secondo fonti locali, il movimento di Resistenza libanese ha schierato diverse centinaia di combattenti nei due fronti principali nella Siria meridionale, vicino alla frontiera con la Giordania per impedire che i miliziani islamisti, appoggiati dalle forze USA e britanniche, possano arrivare su Deir Ezzor, la strategica località al centro della Siria. Le fonti hanno riferito che il movimento di Hezbollah ha schierato 12 reggimenti con oltre un migliaio di combattenti ad Homs, a Dara ed a Queneitra per affrontare direttamente i miliziani e le formazioni USA sulla piana di Al-Tanf ,vicino all’incrocio di frontiera che apre la strada verso Deir Ezzor.
    http://www.controinformazione.info/hezbollah-invia-centinaia-di-combattenti-ad-homs-in-siria-per-affrontare-i-miliziani-appoggiati-dagli-usa/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: