Ubi maior, minor cessat

Nonostante l’opposizione manifestata da Israele, la Russia ha proceduto a schierare un proprio contingente di truppe sul terreno nel sud della Siria nelle vicinanze delle Alture del Golan siriano (occupate da Israele ) per monitorare il regime di tregua stabilito. I media locali hanno informato circa i movimenti delle forze russe che hanno preso posizione già da Lunedì e si sono attestate nei pressi della città di Izra, nella provincia meridinale di Darra, dove realizzeranno la missione di vigilare l’adempimento della tregua stabilita nel sud del territorio siriano, tregua che era stata concordata negli accordi intervenuti rispettivamente fra il presidente Vlady Putin ed il presidente Donald Trump, lo scorso 7 di Luglio. Questa è la prima volta che la Russia schiera le proprie unità militari di questa consistenza in tale zona, per quanto il suo personale militare si trovava già nella città di Daraa per asssitenza militare ed addestramento delle truppe dell’esercito arabo siriano. Da fonti israeliane risulta che le forze russe, inclusi reparti speciali Spetsnaz, si stanno preparando a prendere posizione nei prossimi giorni anche nella zona di Al-Quneitra, nelle vicinanze delle alture del Golan siriano occupate da Israele. Tel Aviv ha comunicato a Washington ed a Mosca di opporsi totalmente alla presenza miltare russa sulla frontiera che divide con la Siria e sui territori occupati della Palestina, tuttavia la parte russa ha provveduto a vigilare con propri mezzi le nuove zone di distensione concordate.

Reparti speciali russi in Siria

Le autorità militari israeliane sostengono che l’accordo di tregua nelle regioni di Darra, Al Queneitra e Al Sweida potrebbe consentire l’incremento della presenza militare delle forze iraniane e del Movimento di Hezbollah (libanesi), fatto questo che costituirebbe una nuova sfida per le forze militari israeliane (IDIF) sulla zona, abituate a sconfinare ed a appoggiare i gruppi terroristi anti siriani che venivano riforniti ed assistiti dalle truppe israeliane. L’accordo citato si è realizzato dopo che la Russia, l’Iran e la Turchia avevano adottato nello scorso mese di Maggio il principio di creare quattro zone di sicurezza per instaurare una tregua duratura nelle varie regioni della Siria. Fonti: Al Masdar News – RT Actualidad Traduzione e sintesi: L.Lago

http://www.controinformazione.info/la-russia-mette-sotto-scacco-israele-inviando-proprie-truppe-nel-sud-della-siria/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: