Il bidet degli americani

E non devono nemmeno cercare siti complottisti o leggere rapporti del controspionaggio. Basta che scorrano   l’articolo del New York Times del 2 agosto:

Under Trump, a Hollowed-Out Force in Syria Quickly Lost C.I.A. Backing –

Dove si legge:

“E’  stato il direttore della CIA, Mike Pompeo, a raccomandare al presidente Trump la chiusura dell’operazione durata quattro anni per armare i ribelli siriani”

“I critici nel Congresso [pochissimi, ndr.]   hanno denunciato per anni i costi, e i rapporti che gli armamenti forniti dalla CIA finivano nelle mani  dei gruppi ribelli legati ad Al Qaeda”

“Nel 2012 è stato David Petraeus, allora capo della CIA, a proporre per primo un programma clandestino per armare i ribelli.  Un decreto presidenziale che autorizzava la CIA ad armare piccoli gruppi di ribelli [fu firmato da Obama]. John Brennan, ultimo direttore della CIA nominato da Obama, è rimasto un vigoroso difensore dell’operazione”.

Un’operazione gigantesca,  criminale,  fallita  e  chiusa. Armamenti pesanti  “finiti ad Al Qaeda”, che era probabilmente lo scopo vero del  progetto, e l’introduzione in Siria di almeno 20 mila guerriglieri addestrati,  divenuti poi il nerbo dell’ISIS.  Costato almeno un miliardo di dollari, forse 4  (ma che importa? La Fed li stampa e il mondo li accetta in pagamento).  Costato   centinaia di migliaia di morti ammazzati in Siria, e milioni di profughi nei paesi vicini.

Adesso il Pentagono vuole ripetere l’operazione, ed apertamente, in Ucraina. Senza ovviamente chiedere  un parere agli “alleati europei”,  infischiandosene del loro “incubo”.  Tanto, loro non si oppongono.  Fra quattro ani il New York Times ci spiegherà che l’operazione era “sbagliata”:a conferma dell’alta moralità della Superpotenza. Di cui Churchill, ricordiamo, diceva: “Di tanto in tanto gli amici americani provano il bisogno di farsi il bidet alla coscienza.  Il fatto è che poi  fanno bere l’acqua a noi”.

 

L’articolo IL CONGRESSO USA HA DATO SCACCO MATTO ALL’EUROPA-MERKEL è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: