La grande Germania

Ma c’è un altro fatto, assai poco trattato dai media, che fa infuriare lo Stato Profondo Usa: da qualche tempo e senza clamori, con la motivazione d’incentivare una difesa comune europea, Berlino ha steso una rete di accordi che hanno messo sotto il comando del proprio Esercito una brigata romena, una ceca e due olandesi, in un progetto che mira a fare della Bundeswehr la guida militare (e politica) del nucleo dell’Europa a trazione tedesca. Un disegno che suona come una bestemmia per Washington, che un maggiore impegno dai sudditi lo pretende, ma esclusivamente in appoggio ai propri interessi. Immaginate questo sedicente Esercito europeo, ma interamente agli ordini di Berlino, schierato a protezione di una zona d’influenza tedesca in Ucraina quale contingente di pace nel quadro di una partizione federale del Paese; una eventualità che incontrerebbe l’approvazione del Cremlino ma che farebbe salire il sangue alla testa agli Usa. Come detto più volte, la strategia Usa ha come imperativo impedire qualsiasi accordo strutturale fra Germania e Russia, che faccia sorgere in Eurasia un’area di solido sviluppo da cui Washington sarebbe esclusa; è la motivazione per cui è stata innescata e costantemente alimentata la crisi in Ucraina. Se poi s’aggiunge che a un simile accordo potrebbero aderire la Cina e diversi Paesi europei, si comprende come l’establishment Usa reagirebbe immediatamente colpendo con durezza la Germania, anche a costo di ottenere l’effetto opposto.

https://www.ilfarosulmondo.it/ucraina-washington-berlino/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: