L’Eurofascismo fa le prove in Catalogna

il Simplicissimus

BarOrmai è chiaro e visibile anche da chi non vuole vedere che in Spagna il franchismo delle classi dirigenti madrilene, sopito, ma non spento, ravvivato da Rajoy con la sua banda di clerico – fascisti  e l’europeismo eurista si sono alla fine saldati esplodendo nella questione della Catalogna, l’ultima a resistere sotto l’assalto di Franco, Hitler e Mussolini durante la guerra civile e oggi la prima a volersene andare dalla dittatura neo liberista. L’assalto del vero e proprio esercito di occupazione mandato dal governo centrale a impedire il referendum sull’indipendenza del primo ottobre ha prodotto ieri 14 arresti tra funzionari del governo catalano e amministratori di aziende che avevano stampato le schede elettorali, ma è solo l’ultimo e clamoroso atto di una repressione che va avanti da oltre un mese con arresti, perquisizioni, sequestri di volantini elettorali, assalto a libere manifestazioni: oggi ha solo e definitivamente calato sua maschera.

E…

View original post 612 altre parole

Autore: apoforeti

Unione Associazioni Culturali

1 commento su “L’Eurofascismo fa le prove in Catalogna”

  1. Ma all’interno dell’Unione Europea, il ragionamento sull’Europa delle regioni, sull’Europa delle nazioni e non sull’Europa degli stati è molto di moda. Beh, in effetti, sembra più conveniente per Barcellona o Edimburgo (Scozia) presentarsi direttamente a Bruxelles, piuttosto che attraverso Madrid o Londra.

    Nota: Non è un mistero che la rivolta catalana è appoggiata da quelle stesse centrali finanziarie che hanno interesse a disgregare le singole nazioni europee e questo si può ottenere sia con le “rivoluzioni colorate” sia con la destabilizzazione sociale derivante dall’afflusso massiccio di migranti dall’Africa e dal Medio Oriente. Varie inchieste hanno dimostrato che la Open Society di George Soros ha finanziato il movimento secessionista catalano attraverso Jordi Vaquer, il finanziere catalano che dirige il ramo spagnolo dell’organizzazione di Soros, la Open Society Initiative for Europe (OSIFE) che svolge nello stesso tempo la funzione di megafono del movimento secessionista. Questo spiega l’appoggio dei settori globalisti alla secessione catalana che in alcuni paesi, è vista erroneamente come un movimento autonomista.
    https://www.controinformazione.info/lebollizione-in-catalogna-decidera-il-destino-della-ue/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: