Provocazioni

Risultano prive di senso le richieste della May alla Russia di dare “una spiegazione credibile” sul caso dell’avvelenamento dell’ex spia russa, Serguéi Skripal, avvenuta in territorio britannico. Tanto più in quanto la Gran Bretagna si è rifiutata di fornire a Mosca ulteriori elementi di indagine su cui indagare, richiesti da Mosca, per chiarire come si sia verificato il tentativo di assassinio di una persona che viveva da anni libera in Gran Bretagna e non rappresentava alcuna minaccia per Mosca.

principe saudita con Theresa May a Londra

Nota: Il capo del Governo britannico, Theresa May si lancia in accuse gratuite alla Russia prima ancora di esibire prove sulla vicenda e sale in cattedra a dare lezioni di diritto internazionale. Proprio la May che ha appena incontrato il principe saudita a cui la Gran Bretagna fornisce tonnellate di armi ed assistenza militare per massacrare la popolazione dello Yemen. La stessa Gran Bretagna che è stata protagonista e complice di un lungo elenco di assassini all’estero di cittadini di varie nazioni, palestinesi, iraniani, egiziani, ecc.. considerati scomodi per la politica estera del Regno Unito. Esemplare il caso degli scienziati iraniani assasinati nel loro paese o all’estero ad opera di agenti britannici ed israeliani. Queste accuse sono state lanciate contro la Russia dalla premier in carica della Gran Bretagna, ovvero di quella potenza che, durante il governo di Tony Blair, ha invaso, assieme agli Stati Uniti (di cui sono il “cane fedele”), il territorio della Repubblica dell’Iraq, nel 2003, in base a falsi pretesti (le “armi di distruzione di massa”) ed ha procurato le più grandi devastazioni in quel paese e centinaia di migliaia di vittime civili. La stessa potenza che pochi anni dopo ha condotto una vergognosa campagna di tipo neocoloniale contro un paese indipendente e membro dell’ONU, la Repubblica della Libia, anche qui in base a falsi pretesti (una presunta rivoluzione) per appropriarsi delle risorse di tale paese, seminando il caos e suscitando il sorgere di bande terroriste incontrollabili. Senza considerare gli ufficiali delle special forces britanniche infiltrati fra i terroristi in Siria che conducono le loro operazioni criminose contro la popolazione siriana. Questi, dico proprio questi , gli eredi dell’Impero Britannico, vogliono venire ad impartire lezioni agli altri? Non è la prima volta che questa signora britannica si arroga il diritto, per contro della Gran Bretagna, di impartire lezioni improbabili di diritto ad altri paesi senza prima guardarsi in casa propria e verificare i tanti scheletri custoditi negli armadi della sua cancelleria. Direbbe il grande Totò, “ma ci faccia il piacere” . Fonti: Hispan Tv      Sputnik Mundo Traduzione e nota: Luciano Lago

https://www.controinformazione.info/maria-zajarova-alla-theresa-may-gli-ultimatum-di-24-ore-puoi-farli-a-tua-sorella-non-certo-alla-russia/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

2 pensieri riguardo “Provocazioni”

  1. «La storia è davvero molto strana. Secondo la stampa inglese il gas era di fabbricazione sovietica. Beh, anche se supponiamo l’impossibile – se l’attentatore fosse russo sarebbe stato proprio stupido a usare un gas sovietico rendendo immediatamente palese da dove proviene l’autore. Questo gas speciale era prodotto da una fabbrica chimica militare in Uzbekistan. Questa fabbrica è stata controllata dagli americani che l’hanno chiusa e hanno verificato che tutta produzione venisse distrutta. Un altro particolare: l’autore della formula di questo gas è un grande chimico russo [Vil Mirzanyanov] , immigrato negli Stati Uniti 26 anni fa, che per tutto questo tempo ha lavorato nei laboratori americani. In Inghilterra questa ex spia russa scambiata nove anni fa, era stata dimenticata. Ma una settimana prima dell’attentato, la televisione britannica ha trasmesso un film sulla sua storia. Poi c’è stato il tentato omicidio. Ancora, è molto strano che proprio nell’ospedale vicino dove Skripal e sua figlia sono stati ricoverati avessero un antidoto per il gas adoperato».
    https://www.maurizioblondet.it/lambasciatore-russo-vaticano-quel-gas-nervino-gli-usa/

    "Mi piace"

  2. Immaginate la mia sorpresa quando ho saputo che il giorno 6 marzo iniziano in Inghilterra le più grandi esercitazioni mai effettuate nel dopoguerra, la simulazione di un attacco con il gas nervino. 300 soldati e tecnici coinvolti. (1)

    E tra tutta la stracazzo di Inghilterra in cui effettuare le esercitazioni dove sono andate a svolgerle?

    “questo è il prospetto dell’interdizione aerea totale , anche per i droni nella zona di Salisbury. nessuno deve poter riprendere le operazioni militari e gli spostamenti delle truppe.”

    Per quanto incredibile possa sembrare esattamente nella città di Salysbury. Si, esattamente dove i russi avrebbero attaccato il loro ex agente. Ad un paio di chilometri. tecnici, strumenti, tute,già pronto ed in funzione.
    https://www.maurizioblondet.it/skripal-false-flag-cera-esercitazione-corso/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: