Italia disarmata

La Cancelliera aveva preparato in combutta con Macron il solito patto prefabbricato a danno dell’Italia sui migranti; Conte ha protestato  – non ci sono abituati – e lei ha subito “accantonato” la bozza.  Possiamo ammirare nei tedeschi una virtù che non li conoscevamo, un levantinismo da far vergognare qualunque venditore di tappeti falsi nel suk di Qwetta. Il tappeto era bucato? Niente male, lo ritiriamo,  eccone un altro…

Ma ne verrà proposto un altro peggio.  Il disprezzo e peggio con cui  nelle capitali del Nord sono abituati a trattare l’Italia è palpabile e visibile ogni giorno di più,  le  navi di ONG battenti bandiere piratesche ormai fanno provocazioni come, che so, dei giovani teppisti olandesi ubriachi possono fare a un vecchio mendicante invalido; sicuri dell’impunità internazionale. La bozza di Merkel e Macron che essi ritenevano l’italiano avrebbe accettato, si riferiva ai “movimenti secondari”, ossia a scaricarci in Italia i migranti  che sono arrivati in Germania  ma sono stati registrati come primo approdo da noi. Serviva a rabbonire il ministro dell’interno Seehofer e a salvare  la cancelliera dalla crisi di governo  accontentando  il “Salvini bavarese”   che vuole appunto scaricarci i profughi.

Il rifiuto italiano produrrà un effetto che David Carretta, giornalista  presso la UE   per radio radicale per  Il Foglio,  esultante,prevede : “Così l’amico di Salvini, Horst Seehofer, il 10 luglio si attiverà per escludere Italia da Schengen: respingimenti al confine in Germania -> Austria impone controlli alla frontiera e respingimenti al Brennero”.

Esultante, e delirante perché per il godimento di odio e di fazione, egli non si avvede che sta descrivendo, né più né meno, l’esplosione della “Unione Europea”  a cui tanto tiene. Un ministro dell’Interno  bavarese  “esclude l’Italia da Schengen”?  Così, di suo arbitrio? E’ una violazione  unilaterale  dei trattati europei . Ma (come nota un twitter Musso), se “Berlino viola Schengen, ottimo. Ora possiamo violare Maastricht?”.

Allora liberi tutti. Lo sgretolamento dell’Europa nell’ostilità e nel disordine fra insulti e deliri, è tragico: ma non è certo responsabilità solo di “Salvini”, come proclamano i faziosi anti-italiani in Italia: qui il delirio  di Macron e la disonestà levantina della Merkel  si uniscono all’odio che  il governo spagnolo sente il dovere di tributare al nuovo governo di Roma.

Un comunicato congiunto franco-tedesco ha appena raccomandato che le banche della UE  riducano  la loro massa di crediti andati a male (non performing loans) al 5 per cento di quelli che hanno adesso; ciò che obbligherebbe le  banche italianes a svendere in fretta per 10 ciò che può rendere 30. Un’altra misura gratuitamente  anti-italiana.

Il governo tedesco ha riconosciuto di aver lucrato 2,9 miliardi dalla crisi della Grecia.

E   Weidmann della Bundesbank che si è rifatto vivo,  per invocare ancora una volta i mercati ad esigere più alti interessi sul debito pubblico italiano:  la misura che precipiterebbe la  bancarotta e l’espulsione dell’Italia dall’euro,  che sarebbe però, nella catastrofe, una dolorosa liberazione –  di cui  la Germania avrebbe solo da soffrire, a vendere le sue MErcedes con una moneta rivalutata del 30 per cento.

Uno dei motivi della rabbia delirante e incontenibile di Macron è che il governo italiano vorrebbe stabilire centro di selezione di “Migranti”in Libia, e in quella parte della Libia che la Francia sta prendendosi, appoggiando militarmente il generale Haftar  per mettere le mani sulla “mezzaluna petrolifera”.

Haftar infatti avanza ed  ha annunciato nelle prime ore del 21 giugno di aver perso il controllo di Ras Januf e Al Sidra, porti  petroliferi della mezzaluna.

Ma, mi messaggia un amico, sapete cosa? “Sono dieci giorni che gli Usa bombardano le zone francesi in Libia”.  Alleati involontari?

 

https://www.maurizioblondet.it/macron-puo-solo-mandare-le-truppe-al-confine/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

5 pensieri riguardo “Italia disarmata”

  1. “Contrariamente ai miti della destra, la Germania ha fortemente beneficiato dalla crisi della Grecia“, ha detto Sven Christian Kindler, esperto economico dei Verdi, chiedendo una riduzione del debito della Grecia.

    “Non è accettabile che il governo federale ricapitalizzi il proprio bilancio con miliardi di euro di gettiti provenienti dai tassi di interesse imposti alla Grecia“, ha polemizzato Kindler. “La Grecia ha fatto pesanti sacrifici per risparmiare e si è attenuta ai propri impegni, ora è tempo che anche l’Eurogruppo mantenga le proprie promesse“, ha sottolineato.

    L’eurogruppo si riunirà oggi [21 giugno, NdT] per approvare l’ultima tranche di aiuti alla Grecia e per prendere eventuali decisioni cruciali sulla regolamentazione del debito greco, prima che il paese termini, in agosto, il terzo programma di aggiustamento fiscale.

    Secondo Klaus Regling, capo dell’ESM, la Grecia ha ricevuto prestiti per oltre 270 miliardi di euro.
    http://vocidallestero.it/2018/06/21/ktg-la-germania-ha-guadagnato-29-miliardi-di-euro-grazie-alla-crisi-della-grecia-dal-2010/

    "Mi piace"

  2. Probabile che Macron in queste ore abbia ricevuto una telefonata diretta dalla Bonino, una lettera personale da Roberto Saviano ed un telegramma da George Soros, oltre al plauso di tutta la sinistra mondialista italiana che, scornata per la sconfitta politica nelle ultime elezioni, cerchi di rivalersi alimentando un nuovo grande “Fronte Antifascista” in Europa contro Salvini e il Governo italiano. Non è mancata l’immediata risposta di Salvini : “l’arrogante presidente Macron a smetterla con gli insulti e a dimostrare la generosità con i fatti, aprendo i tanti porti francesi e smettendo di respingere donne, bambini e uomini a Ventimiglia”. Inoltre, esibendo numeri e statistiche, Salvini ha ricordato al “galletto francese” dei 650.000 migranti sbarcati in italia ed ospitati negli ultimi 4 anni con i tanti miliardi spesi dall’Italia per il loro mantenimento ed ha esortato Macron ad aprire i porti francesi, smettendo di respingere donne, bambini e uomini a Ventimiglia. Se Macron con la sua arroganza pretende di trasformare l’Italia nel campo profughi d’Europa si sbaglia di grosso, ha dichairato Salvini a brutto muso. Bisogna dire che l’atteggiamento risoluto di Salvini sta avendo l’effetto di far aumentare enormemente il consenso per il suo Governo e per la Lega che di fatto è alla guida della coalizione. Le argomentazioni di Macron sono talmente insulse ed ipocrite che non fanno che accrescere il consenso di Salvini e la sua popolarità come politico che difende gli interessi nazionali del paese. Messo a contrasto con l’atteggiamento remissivo e servile dei precedenti governi, da Renzi e Gentiloni che si recavano a “baciare la pantofola” della Merkel e del Francese alle riunioni a Bruxelles, Salvini ne esce come un gigante. Quindi per Salvini ci vorrebbero non uno ma altri dieci Macron per diventare il più forte leader politico in Italia. A Bruxelles la prossima settimana si apriranno i giochi e questa volta ci sarà da divertirsi a veder litigare tutti contro tutti. Non è escluso che sia proprio l’Italia quella che manderà definitivamente all’aria la costruzione dell’Unione Europea così come è stata architettata per favorire i forti a spese dei più deboli. Diverso invece l’atteggiamento prudente ed accomodante della Angela Merkel , personaggio con molta più esperienza e capacità rispetto all’arrogante Macron, che sa come trattare con Salvini e Conte, mediante la vecchia arte del compromesso e della diplomazia. Non c’è niente da fare, l’esperienza e l’equilibrio in un politico non si improvvisano e, negli ambienti romani si mormorà già di quanto e stato bravo Salvini a dire la sua a “quel cazzaro del francese”.
    https://www.controinformazione.info/macron-strafottente-provoca-ancora-il-governo-italiano/

    "Mi piace"

  3. Non c’è soluzione europea, e dobbiamo fare da soli, prendere in Libia le iniziative per fermare i migranti, come già abbiamo cominciato a fare:

    http://www.analisidifesa.it/2018/06/le-iniziative-italiane-in-libia-per-fermare-i-flussi-illegali/

    E’ chiaro che in Europa, abbiamo dei nemici. Nemici veri, da stato di guerra. Come era stato previsto: l’euro, invece di avvicinare i popoli, li avrebbe resi ostili l’uno all’altro. In questo stato di guerra – ibrida, naturalmente, come si fa oggi: senza dichiarazione leale, senza justus hostis, dove gli alleati sono i nemici, usano i civili come arma, dove ti strangolano con la finanza prima di bombardarti le fabbriche – e non le bombardano, le comprano gratis – non è che siamo messi benissimo. Ciò perché non abbiamo un esercito ( mi ricordo la gioia di tutti, finalmente niente leva! La democrazia morì allora), niente banca centrale indipendente – dipendiamo dalla banca centrale nemica – niente moneta; e in più ci siamo legati dalle mille pastoie con cui l’Europa ci ha legato come in catene, persino il Regno Unito non riesce ad uscire. Rendiamoci conto che dobbiamo cominciare la lotta di liberazione, e sarà dura e forse sanguinosa.
    https://www.maurizioblondet.it/dove-la-vittoria-ci-ha-porto-la-chioma/

    "Mi piace"

  4. Un’ultima considerazione: non c’è bisogno di aver letto Oswald Spengler per capire che l’Europa odierna assomiglia molto all’Impero Romano d’Occidente minacciato dalle invasioni barbariche. Le cause della caduta di quest’ultimo furono molte – economiche, politiche, morali – ma una senz’altro è evidente: la sostituzione dell’antico modello militare, fondato su una classe di cittadini soldati che abbandonava l’aratro per la spada, con il ricorso a mercenari, in molti casi stranieri. Qualcosa di simile accadde nell’Italia del tardo Medioevo e del Rinascimento. Può piacere o non piacere, ma i popoli in cui le donne non hanno più voglia di fare figli e gli uomini di fare il soldato sono destinati alla decadenza. Come diceva Plutarco quasi duemila anni fa, se un popolo non è disposto a portare le proprie armi, finirà per portare quelle altrui.
    http://www.barbadillo.it/76750-il-commento-di-e-nistri-si-al-ritorno-della-leva-ma-per-costituire-una-nuova-guardia-nazionale/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: