Trafficanti

I trafficanti utilizzano il social network come agenzia di viaggi, che pubblicizzare i propri servizi e stabilire un contatto con i migranti, ha denunciato la “National Crime Agency” del Regno Unito. Si è accertato che i trafficanti di esseri umani da tempo utilizzano il social network Facebook per offrire servizi di trasporto o di documenti ai migranti che vogliono attraversare il Mar Mediterraneo per raggiungere l’Europa, come ha denunciato il vice direttore dell’Agenzia nazionale per la criminalità del Regno Unito, Tom Dowdall, in un intervista rilasciata al quotidiano The Evening Standard. A partire da dicembre 2016 l’agenzia di intelligence ha rilevato oltre 800 pagine Facebook collegate a bande criminali organizzate che offrivano “navi, documenti e servizi di trasporto”, oltre a istruzioni su dove incontrarsi a bordo delle navi con cui attraversare il Mediterraneo . I migranti ” sono incentivati a partire ed attirati verso la loro morte con un’applicazione che usano ogni giorno della settimana”, ha detto Dowdall, il quale ha anche affermato che la maggior parte dei 1.500 immigrati che sono morti quest’anno nel tentativo di attraversare il Mediterraneo erano  stati reclutati attraverso il social network. Il funzionario ha lamentato che Facebook non stia facendo abbastanza per fermare il traffico di migranti. D’altra parte, dalla piattaforma di Mark Zuckerberg hanno insistito sul fatto che il gigante tecnologico prende sul serio il problema delle migrazioni (Sic!). La tratta di esseri umani è illegale e qualsiasi pubblicazione, pagina o gruppo che coordina questa attività non dovrebbe essere consentita su Facebook”, ha detto una portavoce. “Lavoriamo a stretto contatto con le forze dell’ordine in tutto il mondo, tra cui l’Europol, per identificare, rimuovere e riportare questa attività illegale, e stiamo migliorando sempre i metodi che usiamo per identificare i contenuti che violano le nostre norme , ” ha aggiunto il funzionario. Fonte: RT Actualidad Nota: Il Social media di Mark Elliot Zuckerberg è stato molto tempestivo a censurare le pagine di Facebook di critica contro le oligarchie di potere globaliste; l’ultimo caso è stato quello del sito statunitense InfoWars di Alex Jones, in precedenza Facebook aveva censurato l’agenzia siriana Sanaa e Al Mayadin, inoltre era stata censurata la Tv libanese Al Manar di cui era stato oscurato anche il satellite su cui trasmetteva. Queste emittenti ed altre davano fastidio ai gruppi di potere negli USA, in Francia, in Israele ed in Arabia Saudita, per questo Zuckerberg, che è palesemente al servizio di queste oligarchie, schedando, controllando e censurando, ha deciso anche di oscurarle. Quando vuole, Facebook si muove e blocca le pagine.

Non così per quella che si può classificare come una attività di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, liberamente promossa da Facebook in barba alla legge per cui, questo reato in tutti i paesi, dovrebbe essere vietato e punito penalmente. Si tratta fra l’altro di una attività che  che concorre a determinare le tante vittime di naufragi ed affogamenti nel  Mediterraneo. Tutto questo non deve meravigliare perché le denunce sul traffico di carne umana gestito dalle mafie e favorito da possenti organizzazioni, con la complicità delle ONG, era stato a suo tempo denunciato anche dai servizi di intelligence dell’Austria e della Serbia. Vedi: InfoDirekt, Vienna: gli Usa finanziano il traffico di migranti Le denunce erano rimaste lettera morta ed i governi Renzi prima e Gentiloni poi avevano proclamato la loro impostazione di accoglienza aperta incentivando le partenze dei migranti ed il traffico di carne umana. Entusiasti di favorire il traffico per “motivi umanitari”, lo sostenevano e  lo giustificavano la Boldrini, la Bonino, Furio Colombo, Zucconi Vittorio e compagnia cantante, anche con la benedizione di Papa Bergoglio. Il traffico ha arricchito le mafie, gli scafisti, le ONG senza scrupoli ed infine le cooperative per l’accoglienza ed imprenditori spregiudicati che si incaricavano dello sfruttamento della mano d’opera schiavizzata. Alla fine si è scoperto il traffico e chi lo giustificava con il falso “umanitarismo” di comodo. Cambiata l’aria, cambiato il governo adesso si provvede. Meglio tardi che mai. Traduzione e nota: Luciano Lago

https://www.controinformazione.info/i-trafficanti-di-esseri-umani-usano-facebook-per-attirare-i-migranti-fino-alla-morte-nel-mediterraneo/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

3 pensieri riguardo “Trafficanti”

  1. Malta è rimasta al riparo dall’ondata migratoria lungo la rotta del Mediterraneo centrale negli anni 2010. Benché l’Italia abbia accolto 150.000 profughi nel 2013, Malta ha registrato solo 2.008 sbarchi lo stesso anno. Il leader dell’opposizione maltese, Simon Busuttil, ha denunciato l’esistenza di un accordo informale tra il governo Renzi e il governo maltese di Joseph Muscat secondo cui l’Italia si sarebbe fatta carico della gestione dell’emergenza profughi in cambio del via libera allo sfruttamento dei giacimenti energetici nelle acque a sud-est di Malta, la cui sovranità è contesa tra i due paesi.[22] Il governo maltese ha smentito.[23] A fine 2015, Malta e l’Italia hanno raggiunto un accordo informale di sospensione delle trivellazioni esplorative nell’area.[24]
    https://it.wikipedia.org/wiki/Relazioni_bilaterali_tra_Italia_e_Malta

    "Mi piace"

  2. Una domanda aperta potrebbe essere questa: l’accordo UE-Turchia in essere – che vedrà la Turchia riprendersi i rifugiati sbarcati in Grecia (in cambio di qualche favore da parte della UE e qualche aiuto finanziario) – essenzialmente eliminerà la rotta dei migranti attraverso il mare Egeo. Questo potrebbe risvegliare l’interesse dei migranti nella rotta attraverso la Libia. Se Malta si è davvero liberata della sua zona di recupero, significa grossi problemi per l’Italia, che dovrà accollarseli tutti.
    http://vocidallestero.it/2016/04/06/litalia-e-malta-hanno-davvero-scambiato-diritti-petroliferi-con-rifugiati/

    "Mi piace"

Rispondi a redattorecapo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: