Tutti al mare

di  Luciano Lago Quello che sta accadendo nel Mediterraneo con l’accumulo di forze navali da parte degli USA e dei loro alleati (Francia e Regno Unito) da una parte e della Russia dall’altra parte, con reciproche minacce e tensione fortissima in vista di un prossimo ennesimo attacco USA contro la martoriata Siria, sembra sia qualche cosa di lontanissimo dall’Italia, come se fossero avvenimenti che si stiano verificando in Alaska o in Indonesia. Si ricava questa sensazione nel vedere le zero notizie su questi importanti avvenimenti che si verificano alle porte di casa nostra ma che non trovano alcuno spazio nei media italici , che al contrario danno molta importanza a qualsiasi “scoreggia” di Roberto Saviano o al lancio di uova contro qualche immigrato africano che diventa un caso mediatico di melodramma nazionale a sprezzo di ogni ridicolo. Eppure gli avvenimenti nel “Mare Nostrum“, che sembra divenuto il “mare loro,” dove si sfidano le grandi potenze e si determinano i nuovi equilibri mondiali, ci riguardano per le loro possibili conseguenze, quando non abbiamo finito di subire gli effetti della guerre di devastazione prodotte dagli interventi di USA e NATO in Libia ed in Iraq, in Siria, che un’altro conflitto si profila all’orizzonte, sempre nel tormentato Medio Oriente. L’esperienza sembra non abbia insegnato nulla a meno che non consideriamo questo come un silenzio voluto dalle centrali che manipolano l’informazione (e la disinformazione) dei grandi media per non dare le notizie reali su quanto accade nel Mediterraneo, distraendo il pubblico con altre questioni marginali.

Leggi tutto su https://www.controinformazione.info/lampi-di-guerra-sul-mediterraneo-con-lassordante-silenzio-dei-media-italiani/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

2 pensieri riguardo “Tutti al mare”

  1. Alla Versiliana dell’anno scorso Alessandro Di Battista, da me incalzato, promise che se i 5stelle fossero andati al governo avrebbero ritirato il contingente italiano a Herat (Afghanistan) che, fra le altre cose, ci costa 1,3 milioni di euro al giorno, vale a dire 474 milioni l’anno. Se il governo gialloverde non rispetterà l’impegno preso da Di Battista, non crederò più a una sola parola né di Di Battista, né di Di Maio, né di Davide Casaleggio, né degli altri bravi ragazzi dei 5stelle. Compagni addio.
    Massimo Fini
    https://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=60925

    "Mi piace"

  2. La Marina Militare russa dispiega da alcune settimane un considerevole contingente navale nel Mediterraneo, formato da 20 unità; 18 navi e 2 sottomarini. 8 unità sono dotate del sistema missilistico Kalibr; Versione PL per i sottomarini ed NK per le navi di superficie. Il Ministero della Difesa della Federazione Russa aveva annunciato grandi manovre navali nel Mediterraneo orientale, con 26 unità navali e 34 velivoli, tra l’1 e l’8 settembre. Le manovre coinvolgeranno raggruppamenti di forze della Marina e delle Forze Aerospaziali, dichiarava il Comandante in Capo della Marina Militare russa Ammiraglio Vladimir Koroljov. “Le navi delle Flotte del Nord, del Mar Baltico, del Mar Nero e della Flottiglia del Caspio, così come aerei a lungo raggio, parteciperanno all’esercitazione. 26 navi da guerra della Marina, tra cui 2 sottomarini, e 34 velivoli vi prenderanno parte. La nave ammiraglia del gruppo è l’incrociatore lanciamissili Marshal Ustinov della Flotta del Nord. Nelle manovre effettueranno voli i bombardieri lanciamissili strategici Tu-160, velivoli antisom Tu-142 e Il-38, così come caccia Su-33 e Su-30SM dell’aviazione navale.
    http://aurorasito.altervista.org/?p=2304

    "Mi piace"

Rispondi a redattorecapo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: