Congo ex-belga

Fonte: https://solidaire.org/articles/leopold-ii-et-le-congo

(Leopolo II) si volta allora verso il Congo. Il problema è che non dispone dei fondi sufficienti per finanziare la sua avventura coloniale. Però ha capito durante i suoi numerosi viaggio che bisogna prima di tutto investire denaro nella colonia per poterne raccogliere molto di più in seguito.

Leopolto fonderà l’Associazione internazionale africana  (AIA) con l’obiettivo di creare una lobby di grandi potenze europee sotto la cui copertura potrà raggiungere i suoi scopi e impossessarsi del Congo. Ci sono anche dei bancieri nel consiglio di amministrazione dell’AIA. Ad esempio i Rothschild, rappresentati dal genero belga Léon Lambert (che fonderà in seguito la Banque Bruxelles-Lambert, oggigiorno ING), non ché un banchiere burssellese chiamato Brugmann (che ha dato il nome a un ospedale, a un parco e a una strada A Bruxelles). Il loro ruolo è stato di mobilitare fondi e di pagare le fatture di Stanley, noto per avere esplorato il Congo per conto di Leopoldo.
(…)

La borghesia belga continua ad approfittare della colonizzazione anche dopo la ripresa del COngo dallo Stato Belga. Nel 1929, oltre il 50% delle importazione ed esportazioni belghe riguardano il Congo e la Société Générale (oggi Fortis), il cui principale azionista era la monarchia, controlla il 70% dell’economia congolese.

Secondo il quotidiano Euro Business, il patrimonio della monarchia ammontava nel 1999 a  2,25 miliardi di euro di cui si può dire che la grande maggioranza proviene dal Congo e il resto dal contribuente belga.

Mani tranciata nel Congo, operai abbattuti in Beglio: su Leopolo II e il socialistmo.

Nel 1903 Leopoldo scrive anonimamente il libro  La Verità sulla civiltà nel Congo, che è una difesa della colonizzazione, la stessa che ha decimato il popolo congolese.

In Belgio, la situazione non è migliore per l’operaio. Leopoldo vuole la morte del socialismo e demonizza i sindacati. Quando i pescatori si ribellano a Ostenda nel 1887 Leopoldo osserva dalla sua residenza sulla diga la gendarmeria sparare sui manifestanti.

https://nicolettaforcheri.wordpress.com/2018/10/26/leopoldo-ii-il-congo-e-i-banchieri/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: