Allarme Draghi

Solo Matteo Salvini e Giorgia Meloni potrebbero scongiurare l’avvento a
Palazzo Chigi di Mario Draghi, invocato da Berlusconi per affondare il
traballante governo gialloverde e recuperare così un ruolo politico
ammiccando alla tecnocrazia europea. Lo afferma Gianfranco Carpeoro, che ha .accesso a fonti riservate nell’ambito del circuito massonico internazionale.
Autore del saggio “Dalla massoneria al terrorismo”, che mette a fuoco la
“sovragestione” che pilota i destini europei (con l’Italia il più delle
volte nel ruolo di vittima)

Per Carpeoro, la situazione è gravissima. Uno dei problemi si chiama Luigi
Di Maio: «Non che avessi molta fiducia in lui, ma si è dimostrato uno zero
assoluto. E se hai degli zeri, anziché degli statisti, dove speri di
andare?». Molto meglio Salvini, oggi al centro di un autentico assedio, su
ogni fronte (politico, mediatico, giudiziario). «Ma nemmeno Salvini è
adeguato alla situazione», ammette Carpeoro: al leader della Lega mancano
l’esatta visione della situazione e una sufficiente capacità di proiezione
nel futuro. Molta tattica, ma senza una vera strategia. Nel gioco s’è
infilato in contropiede l’anziano Berlusconi, che per uscire dall’angolo s’è
inventato la carta Draghi: «Una mossa abile e raffinata per tornare ad avere
un ruolo politico, in
<http://www.libreidee.org/2019/06/spolpare-litalia-solo-salvini-e-meloni-con
tro-il-piano-draghi/salvini-e-meloni-2/> Salvini e Meloniquesto caso
alleandosi con la tecnocrazia Ue». Ma nemmeno Berlusconi ha fatto bene i
suoi conti: «Si è presentato come il garante dell’ordine europeo, è vero, ma
non ha capito che l’ <http://www.libreidee.org/tag/europa/> Europa non ha
nessuna paura del sovranismo. In più, dalle elezioni la burocrazia Ue è
uscita rafforzata, non certo indebolita».

Forse, il Cavaliere riuscirà davvero a spianare a Draghi la strada per
Palazzo Chigi (nel caso, con la determinante collaborazione dei poteri
forti, Quirinale e Bankitalia in testa, aiutati dall’impennarsi dello spread
e dal consueto gioco al massacro delle agenzie di rating). Ma alla fine
Forza Italia si sfalderà: «E’ un partito pieno di Casini e di Alfani, tutta
gente con la valigia sempre pronta». I grillini? Ormai in caduta verticale:
la base non riesce a esprimere un’alternativa alla sciagurata leadership di
Di Maio, «telecomandato da un Davide Casaleggio che ormai si consulta
regolarmente con personaggi come Tajani e Jacques Attali, l’eminenza grigia
di Macron». Il Pd zingarettiano? Encefalogramma politicamente piatto: si
limita a sperare che Conte (cioè Salvini) cada, lasciando il posto a Draghi.
«E con Draghi, Salvini non avrebbe nessuna possibilità di sopravvivenza, al
governo». Unica chance: «Lui e la Meloni hanno i numeri per tentare di
resistere, ed entrambi hanno forti ambizioni personali». Escluse,
ovviamente, le elezioni anticipate: Salvini e Meloni vincerebbero, potendo
poi governare insieme. Come finirà? Male, secondo Carpeoro, perché – tanto
per cambiare – mezza  <http://www.libreidee.org/tag/europa/> Europa spera di
banchettare sul cadavere dell’Italia, dopo aver spolpato gli italiani con il
consueto appoggio dei “collaborazionisti” interni. «Duecento anni fa,
l’Italia non esisteva neppure: era in mano a signorotti che si vendevano
allo straniero per far fuori lo staterello confinante. Non è cambiata molto,
la situazione». E oggi stiamo per toccare il fondo, con una
<http://www.libreidee.org/tag/crisi/> crisi sociale che minaccia di farsi
devastante. «Se non altro, più scuro di mezzanotte non può fare. E ormai ci
siamo».

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

1 commento su “Allarme Draghi”

  1. La verità dell’ondata populista in Europa si spiega con il fallimento dell’Eurozona – fine della storia. Le allusioni a Salvini o alla francese Le Pen come naziste derivano dalla leadership di quello che ho chiamato il “Quarto Reich”, che ha condotto il “blitzkrieg” economico dai passi della Russia alla Grecia, all’Italia, alla Spagna e al di fuori dell’Irlanda.

    Alla fine della giornata, Matteo Salvini assomiglia più a un salvatore del 21esimo secolo dell’eredità del popolo italiano che a un certo Duce di cui i veri neofascisti dicono bene . Non mi addentrerò nella privatizzazione dei beni dell’Italia, i banchieri di Lussemburgo e Francoforte vogliono andare sulla vendita in blocco. Chiunque studi gli uomini e le donne della finanza del FMI, della Banca Mondiale e dei Rothschild sa che i pirati assetati di profitti vogliono privatizzare tutto dall’Acropoli di Atene, al Colosseo a Roma. Questa notizia sulla Banca centrale europea (BCE) che minaccia di aumentare il rapporto debito / PIL dell’Italia se più non viene “pagata” attraverso la privatizzazione, mi ricorda che i sicari della mafia che torcono le dita ai debitori su un prestito erogato a strozzo. Questo è il modo in cui il gioco funziona nell’UE.
    https://www.controinformazione.info/quanto-e-fortunata-litalia-ad-avere-matteo-salvini/

    "Mi piace"

Rispondi a redattorecapo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: