La guerra continua

La distruzione di una società non si ferma dopo che le bombe statunitensi smettono di cadere. La contaminazione ambientale lasciata dagli Stati Uniti continua a distruggere il nostro ambiente e avvelenare la nostra gente decenni dopo che le bombe hanno smesso di cadere. Gli Stati Uniti hanno una lunga storia di distruzione irreversibile degli habitat umani. Deve finire.

Nella tua rivoluzionaria nuova ricerca, scopri che i denti dei bambini iracheni hanno un torio 28 volte maggiore se vivono vicino a una base militare americana. Qual è il significato di tale conclusione e cosa indica la presenza del torio sulla salute di un bambino? Quali tipi di anomalie e problemi di salute sperimenteranno?

La popolazione irachena è potenzialmente contaminata da prodotti di decadimento dell’uranio impoverito. I denti da latte sono altamente sensibili alle esposizioni ambientali. Tali livelli elevati di torio suggeriscono semplicemente un’alta esposizione in tenera età e potenzialmente in utero.

Abbiamo trovato uranio e torio nei denti e nei capelli di questi bambini. L’uranio e il torio erano anche nel midollo osseo dei bambini, tutti con gravi difetti alla nascita. L’entità della contaminazione pubblica causata da questi composti radioattivi che emettono alfa è una domanda seria a cui rispondere. I nostri dati sul midollo osseo sono ancora inediti, ma speriamo di pubblicarli separatamente.

Il torio è un emettitore alfa e, una volta nel corpo, può causare il cancro e altre anomalie. Gli impatti possono variare in base ai tempi e alla quantità di esposizione. La leucemia infantile, che è aumentata nel sud dell’Iraq, è un risultato verificato dell’esposizione al torio.

Nel nostro studio, i bambini con alti livelli di torio presentavano più difetti alla nascita. I nostri studi dimostrano che, in tutto l’Iraq, i bambini esposti alla contaminazione da guerra negli Stati Uniti soffrono principalmente di difetti cardiaci congeniti e difetti del tubo neurale.

Quarantaquattro anni dopo che le forze statunitensi hanno lasciato il Vietnam, ci sono ancora bambini vietnamiti nati con difetti alla nascita dall’uso dell’esercito americano dell’Agente Orange. Per quanto tempo credi che gli iracheni continueranno a soffrire della guerra guidata dagli americani?

Se non modificata, la popolazione sarà permanentemente esposta a elevate esposizioni tossiche che possono avere un impatto sul patrimonio genetico iracheno.

Attraverso l’uso del metodo scientifico, stai acquisendo la capacità di identificare un grave problema in Iraq. Considerando che il problema è il risultato dell’invasione americana, cosa potrebbero fare gli Stati Uniti per risolvere o almeno mitigare il problema?

Gli Stati Uniti devono essere ritenuti responsabili e costretti a ripulire tutti i siti che hanno inquinato. Esiste una tecnologia per la pulizia della contaminazione da radiazioni. La rimozione e l’eliminazione di discariche militari create dagli Stati Uniti farebbero molto per eliminare le emissioni tossiche dall’ambiente iracheno.

Sei uno scienziato, non un analista politico, ma devi avere alcuni pensieri riguardo alle implicazioni politiche del tuo lavoro. Come reagisci alla mancanza di una conversazione sostanziale sulle conseguenze della guerra nella politica e sulla stampa americana e sull’evasione dell’establishment americano di responsabilità su questo tema?

Non mi aspetto nulla dall’establishment politico americano o dalle loro macchine di propaganda che si mascherano da “mezzi di informazione” e alimentano acriticamente le comunicazioni stampa del Dipartimento di Stato.

Fortunatamente, esiste un movimento per criminalizzare la contaminazione ambientale causata dalla guerra. I danni alla natura e all’ambiente umano devono essere considerati un crimine di guerra.

Gli scienziati stanno attualmente chiedendo ai legislatori internazionali di adottare una quinta Convenzione di Ginevra che riconoscerebbe il danno alla natura come un crimine di guerra, insieme ad altri crimini di guerra. Spero che ciò possa fare la differenza nella nostra capacità di proteggere la vita umana e il nostro ambiente.

Traduzione: Lisandro Alvarado

https://www.controinformazione.info/la-distruzione-di-una-societa-prima-gli-stati-uniti-hanno-invaso-liraq-poi-lhanno-lasciato-avvelenato/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

1 commento su “La guerra continua”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: