Omini di burro

Si comprende anche perché in Italia si fa concentrare una grande quantità di immigrazione di bassissima qualità lavorativa per abbattere i salari, mentre la scuola italiana continua ad essere buona in quanto alla fascia dell’obbligo, ma in quanto alle medie superiori e all’università è ultima: essa deve formare lavoratori di bassa qualificazione, camerieri, operai e impiegati esecutivi al servizio del management straniero che si impossessa del paese, grazie anche ai suoi complici nel parlamento e nelle altre istituzioni.

In base a ciò, le rispettive convenienze sono le seguenti:

-Per l’Italia nel suo insieme, uscire dall’euro e dall’Unione Europea dotandosi di una moneta propria a controllo statale; però manca una classe politica in grado di compiere e gestire una simile opzione, e manca l’indipendenza nazionale per farlo.

Per il Nord Italia e soprattutto per il Nord Est e la Lombardia, staccarsi dall’Italia. Ma non vi è una forza politica per farlo: anche la Lega ha abbandonato l’indipendenza della Padania.

Per il Sud Italia, andare per conto suo dotandosi di una sua moneta -ma le mafie al potere non lo faranno mai.

Per i singoli italiani, se hanno capacità o altre risorse, emigrare. E lo fanno.

04.01.20 Marco Della Luna

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

1 commento su “Omini di burro”

  1. Gli italiani sono come burro per i magnaccia della terra. Teneri e gustosi. Addestrati dalla Chiesa da secoli a tendere l’altra guancia. Fanno clap clap quando li calpestano e li derubano. Cantano bella ciao quando votano il ddl bankitalia. Gioiscono quando fanno un golpe all’Italia per scacciare Berlusconi e mettere l’uomo della troika. Aiutano i vicini predatori attaccando la Libia e bombardandosi nei coglioni. Hanno la sindrome di Stoccolma. Basta che il padrone parli francese o inglese e loro vanno in brodo di giuggiole.

    Siamo circondati da persone anziane morte di paura. Paura dello spread e delle minacce del mercato. Il fiore dei giovani, i migliori, se ne sono scappati a trovar fortuna altrove mentre veniamo invasi da masse di immigrati a cui non può interessare un cacchio delle sorti di questo paese, da cui, per la maggior parte di essi, vogliono solo PRENDERE per PORTARE e RISARCIRE in patria.

    E nonostante tutto, dobbiamo sopportare da mattina a sera le manfrine di persone pretesche che ci fanno la morale perché, mentre ci sfrattano la casa, mentre ci tolgono il diritto alla pensione, mentre ci scassano i maroni per un qualche miliardo in più da spendere per gli indigenti, mentre ci perseguitano se siamo partita iva, mentre ci chiedono quello che non abbiamo in tasse, storciamo il naso davanti alla tratta di umani organizzata dai soros per destabilizzarci completamente, svalutando l’uomo e il lavoro, e per infievolire la probabile rivolta contro lo sfruttamento in Africa.

    La cosa più preoccupante è che noi, avendo tutte le risorse per risorgere nei nostri archivi e nel nostro territorio, dormiamo in piedi.

    Nforcheri 24/10/18

    "Mi piace"

Rispondi a redattorecapo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: