Vaccini?

Il guaio è che uno studio condotto fra oltre reduci militari americani invalidi e anziani, relativi alla stagione influenzale 2017-18, ha mostrato che  la vaccinazione anti-influenzale aumenta il rischio di essere infettati dal coronavirus del 36%:  ciò, a causa di un fenomeno imprevisto di interferenza virale. “Le persone vaccinate vedono aumentare il rischio di altri virus respiratori perché non hanno acquisito  l’immunità genetica, non specifica, verso  gli altri virus” ambientali  nella stagione influenzale.

(Qui la fonte:

https://www.disabledveterans.org/2020/03/11/flu-vaccine-increases-coronavirus-risk/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31607599 )

Un risultato  scientifico sorprendente, che  dovrebbe dare lo spunto ad una  ricerca italiana: quanti delle centinaia di vecchi  “fragili”  uccisi dal coronavirus tra Bergamo e  Brescia, avevano ricevuto la vaccinazione influenzale?  Uno studio che  non verrà attuato, perché porterebbe argomenti a favore dei demoniaci “No-Vax”, ossia delle famiglie  che resistono a far iniettare ai loro figli piccoli  le dozzine di vaccinazioni  prescritte  da loschi programmi di Stato dettato dalle farmaceutiche, e  denunciano  i casi di autismo, quando non di morte improvvisa dei  lattanti vaccinati . L’ideologia progressista ha preso possesso del tema dei vaccini, facendone uno degli argomenti vietati, tabù ed espulsi dalla discussione pubblica.

Le tv  che  dedicano le ore al terrorismo  dettato dal governo, dunque, non porteranno questa informazione.  Ai miei  conoscenti anziani,  angosciati, vorrei somministrare un vaccino anti-giornalismo tv: spegnere. So che non lo seguirebbero,  e rimangono vittime della suggestione psichica diretta contro di loro.

Come volevasi dimostrare…

https://www.maurizioblondet.it/bergamo-quanti-dei-morti-hanno-avuto-il-vaccino-anti-influenza/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

1 commento su “Vaccini?”

  1. Il 18 ottobre 2019, il John Hopkins Center for Health Security in collaborazione con il World Economic Forum e la Fondazione Bill & Melinda Gates ha presentato a New York “l’Event 201 Pandemic Exercise” (qui il video https://www.youtube.com/watch?time_continue=425&v=BfRWJN1aSpY&feature=emb_logo) in cui è stata simulata una pandemia da coronavirus partita dalla Cina e poi diffusasi in tutto il mondo per mostrare gli enormi costi economici e di vite umane legati alle infezioni dei virus. Al summit hanno partecipato 15 leader di multinazionali, dei governi e della sanità pubblica. https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/business_wire/news/2019-10-16_1162067813.html

    11) Il primo caso di coronavirus è stato scoperto il 1 dicembre del 2019 e poiché ha un’incubazione di 2 settimane il contagio risaliva a metà novembre, ovvero ad appena un mese dopo dall’Event 201 di New York sulla simulazione della pandemia di coronavirus partita dalla Cina. https://ilfattoalimentare.it/coronavirus-informazioni-origine.html

    12) La comparsa del coronavirus è avvenuta a Wuhan uno dei maggiori snodi ferroviari della Cina e proprio a ridosso dei festeggiamenti per il capodanno cinese (25 gennaio 2020), ovvero esattamente nell’unico periodo in cui si verificano enormi spostamenti di cinesi sia in patria che nel mondo con circa 3 miliardi di persone in movimento. Se qualcuno avesse avuto intenzione di diffondere un virus in Cina non avrebbe potuto scegliere luogo e periodo migliore https://www.vanityfair.it/news/cronache/2020/01/25/capodanno-cinese-2020-perche-la-festa-fa-paura-con-il-coronavirus

    13) Le azioni della Bill & Melinda Gates e delle altre multinazionali impegnate nella ricerca del vaccino hanno preso il decollo https://www.ilsole24ore.com/art/virus-cinese-societa-che-lavorano-vaccino-stanno-volando-borsa-ACs59vEB

    14) Cosa accadrà adesso? Non è possibile prevedere esattamente quando, ma con ogni probabilità, appena la psicosi avrà raggiunto il suo picco, spunterà fuori il vaccino che frutterà una fortuna alla società che ne detiene il brevetto.

    Enrico Vassallo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: