Domande

Perché una recente operazione militare, condotta con i protocolli di massima riservatezza, rimuove le tracce di un possibile legame tra la ricerca batteriologica sviluppata dagli “appaltatori” del Pentagono, il Dipartimento della Difesa a Washington, e la violenta pandemia scoppiata in Italia …

Le operazioni misteriose più recenti sono le sepolture di massa delle morti di CoVid 19 eseguite dall’esercito italiano per la situazione di emergenza in Lombardia, e in particolare a Bergamo, senza prima eseguire le autopsie necessarie per rivelare l’identità genomica virale.

A Wuhan, gli scienziati hanno eseguito autopsie su alcuni dei defunti e hanno scoperto due genotipi del virus corona: la “S” con morbilità intensa ma bassissima mortalità e la “L” molto aggressiva con infettività e letalità molto elevate, con conseguente “rimodellamento” del precedente causato dall’intervento umano: secondo l’ipotesi dei medici per le conseguenti terapie,come anche secondo quella degli analisti dell’intelligence per una precedente “modellizzazione”.
La ricerca scientifica dovrebbe concentrarsi su questa “pista” primaria, ma tutti i medici italiani, di cui 4.000 sono stati infettati, sono troppo impegnati per affrontare le sfide con gli ospedali affollati di persone che sono positive per CoVid-19, e quindi lo sono autopsie campione eseguite in precedenza un numero infinitesimale e insignificante. Mentre nel settore della difesa …

“Falciatura cucita” è l’unico commento che un ufficiale della protezione civile sul campo oggi, un ex ufficiale militare con molti anni di esperienza in missioni ed emergenze straniere a causa di attacchi NBCR (Nuclear Bacteriological Chemical and Radiological), si sta allenando dopo aver aggiunto il rapporto di indiscrezione che i crematori avrebbero persino “cremature di gruppo”. Poiché non è consentito chiedere al Commissario emergenze durante le conferenze stampa quotidiane sulla protezione civile a Roma, questi e altri dubbi rimangono aperti.

Finora, due convogli militari hanno lasciato la provincia di Bergamo, accompagnati dai Carabinieri con una dozzina di camion, per effettuare un primo trasporto di 60 bare al crematorio di Modena il 18 marzo e un altro di 70 a quello di Ferrara il 21 marzo. Ulteriori viaggi successivi con i morti da bruciare furono effettuati in Piemonte negli impianti di Serravalle Scrivia, Trecate e Domodossola. Evidentemente, ai parenti delle vittime è stato impedito di vederle e di celebrare i riti funebri per i decreti di emergenza sul rischio di infezione.

«In Lombardia ci sono molti fattori che contribuiscono a questi dati: l’età media, la densità di popolazione – dobbiamo considerare questo virus come un opportunista: prima di spiegare i morti, è importante fare un’autopsia ed essere in grado di dire cosa è morto è la paziente », ha affermato la virologa Maria Rita Gismondo, ma come ho già detto, i medici e le strutture sanitarie sono appena sufficienti per far fronte alle emergenze dei vivi, che sono spesso incluse nel pronto soccorso nel Codice Giallo a causa della grave insufficienza respiratoria.

https://www.controinformazione.info/il-virus-corona-come-arma-biologica-dello-stato-profondo/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: