Rendimento Apocalittico Decrescente

“Bisogna capire che nelle società complesse, i membri della classe dirigente sono pregati caldamente di seguire un ricettario. A questo mira tutto l’insegnamento che gli si prodiga [Bocconi? Luiss?] nella loro formazione: lo so perché sono stato uno di loro. Non gli si chiede di trovare soluzioni, ma di eseguire, cosa ovviamente del tutto diversa. Trovare soluzioni richiede persone statisticamente rare e un ambiente adeguato; ora, i quadri sono usciti da una cultura che rigetta positivamente le persone che sono più intelligenti della loro media (è consentito essere magari più scaltri). E siccome la media intellettuale del gruppo non ha mai cessato di scadere, oggi ci si ritrova con dirigenti che non servono – non sanno utilizzare l’apocalisse artificiale”.

Come , come?

“La popolazione ha bisogno di credere allo Stato (e allo strato sociale legato alla complessità della sua società: le elites). Invece vediamo, non solo in Italia e in Francia ma in tutto l’Occidente, membri di governo che agiscono con manovrine da città di provincia … Gli è stata fornita una crisi da gestire, e loro hanno mostrato che non sono più all’altezza delle loro funzioni. Le persone che sono attualmente al governo in Occidente sono state reclutate in funzione alle cricche delle famiglie dominanti”..
… o da noi sulla Piattaforma Rousseau…
“… sono assolutamente intercambiabili. Indossano i pennacchi e ricevono gli stipendi della meritocrazia, senza averne la sostanza”
Triste verità: noi abbiamo come capo della protezione civile un commercialista del Sud ignaro di tutto  che non sta ancora fornendo le protezioni, come ministro dell’economia uno che ha studiato storia ed esegue un programma europeo scaduto, e un premier avvocato di provincia; che si fa guidare da un comitato di “scienziati” tragicomici, che si rivelano sempre più sacerdoti di un “cargo cult” che chiamano “La Scienza”, e si contraddicono l’un l’altro: mascherine obbligatorie, anzi sono inutili, anzi dannose; la clorochina? No, assolutamente no – invece sì…
Senza contare un capo di stato appartenente al familismo siculo secolare…

In ascolto del Comitato Scientifico

“Il peggio – rincara Alexandre – è che ne approfittano per difendere con le unghie e coi denti gli interessi e i privilegi della loro classe privilegiata sotto assedio (il 4,9% che s’immagina di essere lo 0,1%) e reprimere in modo crudele e stupido, tutte le altre. Sono i sintomi di una classe dominante arrivata alla propria fine, perché in fine di dominanza.
“Si può scommettere che la schedatura universale della popolazione per smartphone, il suo immiserimento per disoccupazione di massa, e il suo dominio attraverso una massa di carta-moneta senza altro valore che quello che gli assegnano “I mercati” e il TG di LA7, non finirà bene. E questo perché la classe dominante non è più capace di gestire un piano troppo sofisticato per lei”.
Come nelle società idrauliche in cui l’estinzione fu preceduta dal gigantismo, come l’impero romano della statua colossale di Costantino e vacillante sotto le spese militari e le frumentationes (il reddito di cittadinanza) alle plebi inette al lavoro, il gigantismo è la risposta del potere ad un pericolo che il potere stesso sente “più grande”, in realtà essendo bisogni più grandi che l’aumento di complessità non riesce a soddisfare, anzi disorganizza.

Rendement Apocalyptique Décroissant : notre savant lecteur Alexandre philosophe avec Joseph Tainter sur nos élites bidons et cette crado-pseudo-apocalypse. Accrochez-vous, c’est ébouriffant…

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

4 pensieri riguardo “Rendimento Apocalittico Decrescente”

  1. Come insegnava Nicolò Machiavelli, gli alleati vanno cercati lontani e potenti. Noi dobbiamo cercarli tra nazioni non ostili, non sprezzanti, non rancorose e non in contrasto di interesse – ne esistono diverse.

    10.04.2020 Marco Della Luna

    "Mi piace"

  2. La colpa non è dei medici che come tutti non nascono imparati, ma del panico apocalittico indotto ad arte che ha costretto ad agire in fretta, con indicazioni sommarie tanto più che il virus era già mutato rispetto a quello originario, nato chissà come. Insomma sembrerebbe che ne ha uccisi più la terapia e il panico che il virus
    https://ilsimplicissimus2.com/2020/04/11/medioevo-in-attesa-di-dormire-sotto-i-ponti/

    "Mi piace"

  3. Questa letterina pasquale, cari italiani, è per dirvi che vi stanno fregando. Date retta a me che me ne intendo, che sono, come dire, un professionista. Quel che ci stanno togliendo in questi mesi, in termini di libertà, pensiero, benessere, speranza, sarà difficile da riconquistare, se non vi alzate in piedi e, finalmente, dite no alle giudiziose panzane del potere a reti unificate, pubblicità compresa. Dovremmo fare come chiedeva Giuseppe Prezzolini, un italiano che campò cent’ anni senza piegarsi al potere: fondare mille, centomila società degli Apoti. Apoti, quelli che non se la bevono. Credete all’arcinemico Emmanuel Goldstein: sento odore di bruciato, cioè di dittatura e avverto sulla pelle l’arsura dell’odio, l’ansito del capro espiatorio da sacrificare; odo più vicina l’ouverture della calunnia eretta a meccanismo di potere.
    Io, Emmanuel Goldstein, per rilassarmi dopo il duro lavoro quotidiano di nemico del popolo a cottimo, usavo ascoltare una famosissima aria musicale del Barbiere di Siviglia, di Gioacchino Rossini, un italiano come noi. La calunnia è un venticello, un’auretta assai gentile, che insensibile, sottile, leggermente, dolcemente Incomincia a sussurrar. Piano piano, terra terra, sottovoce, sibilando, va scorrendo, va ronzando. Nelle orecchie della gente, s’introduce destramente e le teste ed i cervelli fa stordire e fa gonfiar. Dalla bocca fuori uscendo lo schiamazzo va crescendo, prende forza a poco a poco, vola già di loco in loco. Sembra il tuono, la tempesta, che nel sen della foresta va fischiando, brontolando e ti fa d’orror gelar. Alla fin trabocca e scoppia, si propaga, si raddoppia, e produce un’esplosione, come un colpo di cannone, come un colpo di cannone.
    Credetemi, e ricordate che in 1984, Winston Smith incontra Julia, l’amore vietato dal Partito. I due parlano giusto il tempo per dirsi che si sono denunciati a vicenda mentre erano in prigionia. Poi si lasciano, rinnegando la parte migliore di loro stessi, l’amore che li legava, per amare il Grande Fratello, la menzogna che li opprime, la catena che li tiene prigionieri.

    L’articolo I DUE MINUTI QUOTIDIANI DI ODIO. proviene da Blondet & Friends.

    "Mi piace"

    1. Si ha insomma quasi l’impressione che vi sia stato a gennaio qualche input per scatenare l’inferno e trasformare qualcosa di assolutamente domabile e persino banale in una peste devastante…
      E invece noi siamo ancora costretti a casa perché un governicchio di mentecatti e bugiardi possa sfruttare l’occasione per distruggere il Paese e consegnarlo ai propri padroni che agiscono attraverso il Mes. Del resto sono riusciti a spaventare talmente che anche la popolazione chiede il bis per rovinarsi con le proprie mani. Altro che covid.
      https://ilsimplicissimus2.com/2020/04/12/gatta-ci-covid/

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: