Il nostro futuro prossimo

Il 15 giugno si sono verificati furiosi scontri tra bande di ceceni e arabi nella città francese di Digione che sono continuati, con la polizia rimasta passiva al 4 ° giorno della violenza.

Nel giorno 14 Giugno , una macchina ha cercato di affrontare una banda di circa 100 ceceni armati di tubi, coltelli e altre armi. L’auto ha fracassato  e [si è fracassata intransitivo] poi si è capovolta.

Dopo essere stati in inferiorità numerica per alcuni giorni, inseguiti e picchiati dai ceceni, le bande arabe hanno portato fucili d’assalto AK47 e ora pubblicano video e foto su Twitter, chiedendo ai ceceni di lasciare la città.
Il governo francese ha inviato rinforzi di polizia ed un alto funzionario a Dijon quando la situazione era ormai largamente fuori controllo.

Gli avvenimenti degli ultimi giorni nel quartiere Gresilles di Dijon, dove si erano riuniti gruppi di giovani che hanno dato fuoco ai container di spazzatura ed alle auto, hanno portato più insicurezza e paura nella popolazione locale, per causa degli avvenimenti del fine settimana.

Sono stati schierati reparti di polizia anti-sommossa nell’est della città ma ancora si deve vedere come questi affronteranno gruppi di persone armati con fucili d’assalto.

Il prefetto locale, Bernard Schmeltz, ha dichiarato che questi scontri sono parte di una guerra fra bande fra i componenti della comunità cecena con quella nordafricana residente.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

https://www.controinformazione.info/scontri-furiosi-fra-bande-di-migranti-arabi-e-ceceni-a-dijon-mentre-la-polizia-francese-rimane-passiva-e-non-arresta-nessuno/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: