4 passi nel declino

Se in trent’anni è stata azzerata non una classe, ma un’intera organizzazione economica, significa che non siamo a un semplice cambiamento, ma alla trasmutazione definitiva, all’accentramento progressivo in un’oligarchia di multinazionali aeree, apolidi, non gravate da imposte e tasse nazionali, inesistenti quelli internazionali. Tale oligarchia eleggerà, prima o poi, un rappresentante temporale che, in simbiosi col Re del Mondo, il Giusto, dominerà il futuro.

Disoccupazione in aumento, lavoricchi, abbassamento dei prezzi, fuga dalla qualità e dalla creatività, redditi di sudditanza, standardizzazione, detumescenza del desiderio. Eliminazione del desiderio poiché il desiderio implica brama e la brama ansia di possesso continua, e voglia di migliorare; ambizione. Ma qui, ragiona il Potere, non c’è più nulla da migliorare, siamo ai tempi ultimi, la Storia è finita, l’umanità deve considerarsi sazia. Il Potere vuole, infatti, la pace, intesa come stazionarietà. Distillati orientali sulla rinuncia invaderanno blog e giornali. Beppe Grillo che, ricordiamolo, dice sempre la verità, la verità vera, essendo il politico decisivo dell’inizio del nuovo Millennio, ha già anticipato tutto. Pace, ecologismo, tecnica, ritrovati da quattro soldi, sport, pornografia, de-erotizzazione, regressione culturale in nome dell’antidiscriminazione, fine di ogni dottrina economica: redistribuzione meschina di soldi digitali in cambio di ciarpame. Un piano preparato da secoli e in via di completamento inevitabile.

https://alcesteilblog.blogspot.com/2020/07/vite-che-non-vale-la-pena-vivere.html

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

6 pensieri riguardo “4 passi nel declino”

  1. A parte le numerose contraddizioni ritengo che il dato più preoccupante sia proprio la detumescenza di un organo nobilissimo,vuoi acuta(tremenda+++) in corso d’opera,vuoi cronica.

    Se questo fenomeno non colpisse numeri elevati di popolazione maschile il futuro sarebbe certamente meno grigio…

    Per la popolazione femminile il fenomeno è leggermente diverso per quanto non completamente assente…ci potrebbero essere vari correttivi.

    Non so se la popolazione”neutra” risenta meno di questa difficoltà…bisognerebbe studiare il fenomeno su un campione statisticamente significativo.

    Buon divertimento.

    Ciao

    GC

    >

    "Mi piace"

  2. “Io sono del ’96”. Capisco, signori, che voi non mi crediate. È giusto. Così come non avrete creduto a quel dialogo in cui una giovinetta dichiarava che la capitale dell’Inghilterra era la Germania. Eppure è così, siamo entrati nell’incubo, senza accorgercene, e questo incubo non contempla più l’Italia e gli Italiani. Una civiltà annientata in quarant’anni nemmeno. “Io sono del ’96 … ” mi cicala l’esserino e mai dichiarazione fu più chiarificatrice. Ne comprendete la portata? Perché il citrullino, qui, cosa vuol dirvi? Questo, semplicemente: che l’interesse suo personale e la storia stessa coincidono col breve cono di luce della propria grama esistenza; ciò che ricade sotto l’imperio degli anni precedenti il 1996 non è degno di menzione, né decisivo; forse non esiste, addirittura. Siamo alla patologia, al solipsismo autistico, all’abolizione di ogni terreno comune, quello che ci fa dialogare e vivere tramite idee senza parole.
    Ibidem

    "Mi piace"

  3. I fatti sono molto semplici e, in se stessi, quasi banali. Un gruppo di fedeli aveva chiesto e ottenuto dal parroco della chiesa di San Nicola, don Giuseppe Zito, di potersi riunire in chiesa a pregare per la famiglia naturale, minacciata da un’iniziativa legislativa – il decreto di legge Zan-Scalfarotto, prossimo all’approvazione in Senato – che metterà il bavaglio a chiunque osi dire che la famiglia naturale è quella formata da un uomo e una donna con dei bambini, e aprirà la strada a una contro-educazione sessuale nelle scuole, basata sull’ideologia gender e sulla pubblicità del transessualismo.
    Apriti cielo! L’orribile notizia è subito giunta agli orecchi dei locali attivisti LGBT, i quali si sono precipitati alla parrocchia di San Nicola, hanno circondato l’edificio con le loro bandiere arcobaleno e si sono spinti fino al porticato, affiggendo sulla bacheca dei manifesti recanti scritte come questa: Perché ci volete discriminare, voi che vi dite seguaci di Gesù Cristo?
    Si è così creata una situazione di disagio e di tensione, coi fedeli assediati da quelle persone ben decise a insegnare loro cosa è veramente il cattolicesimo e cosa ha veramente detto Gesù Cristo in materia di morale sessuale. Il parroco, temendo il peggio, ha telefonato ai carabinieri: i quali sono arrivati, hanno preso atto della situazione e, com’era loro dovere, hanno chiesto agli attivisti LGBT di identificarsi, tanto più che la loro manifestazione non era stata autorizzata. A quel punto però è piombata sul luogo del fattaccio il sindaco Antonietta D’Oria, che con fare arrogante e quasi oltraggioso ha chiesto al comandante dei carabinieri con quale diritto prendeva il nome degli astanti, invitandolo semmai a farsi dare le generalità degli altri: di quelli, cioè, che dentro la chiesa stavano recitando il Rosario. Il tutto con aria da padrona che si crede in diritto di dare ordini anche alle forze dell’ordine, e insegnar loro il mestiere, come i suoi amici LGBT si sentivano autorizzati a insegnare ai cattolici che cosa è il Vangelo e per quali ragioni è lecito pregare, e per quali non lo è.
    https://www.controinformazione.info/vogliono-la-guerra-civile/

    "Mi piace"

    1. Il primo colpo di stato giudiziario risulta essere Mani Pulite che ha eliminato i partiti tradizionali che avrebbero ostacolato la privatizzazione e cessione ai capitali stranieri dell’Italia e della sua sovranità, lasciando in attività solo il partito comunista nei suoi successivi nomi, il quale era appunto il partito collaborazionista di quel progetto di cessione. Altri affioramenti notevoli hanno mostrato complicità di magistrati col mondo degli affari imprenditoriali e da più parti è stata sollecitata un indagine a tappeto sui rapporti tra le banche e i magistrati che si occupano delle medesime banche, indagine che credo avrebbe effetti rivoluzionari.

      Tutto questo non deve sorprendere, perché dà sempre il potere serve gli interessi di chi lo detiene, non la collettività e gli interessi diffusi, anche se il popolo, non imparando mai dalla storia, tende a farsi continuamente illusioni a questo riguardo.
      https://marcodellaluna.info/sito/2020/07/19/bambini-abusati-e-giustizia-abusata/

      "Mi piace"

  4. D’altronde e qui voglio essere apertamente darwiniano, è anche giusto che le società più deboli, non in grado di affrontare le emergenze, ma solo di accumularle senza risolverle, di non saper distinguere quelle vere da quelle false, nelle quali non si sa o non si vuole valutare il grado effettivo di rischio, sono destinate a rapide involuzioni.
    http://ilsimplicissimus2.com/2020/07/19/la-scuola-pubblica-agli-sgoccioli/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: