Il futuro è altrove

Nell’ambito di questa iniziativa, il Celeste Impero fornisce attrezzature mediche e prodotti farmaceutici cinesi a tutti i paesi bisognosi, costruisce o rinnova gratuitamente istituzioni mediche e invia specialisti ed équipe mediche. Questo approccio è particolarmente rilevante per la regione del Sahara-Sahel, dove la stragrande maggioranza della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. Con questo in mente, Pechino offre cure mediche e medicinali gratuiti mentre promuove la medicina tradizionale cinese.

Nel 2013, il Celeste Impero ha effettuato a proprie spese la ristrutturazione e la riattrezzatura dell’ospedale di N’Djamena, la capitale del Ciad, rendendolo uno dei più avanzati. Pechino invia ogni anno dieci specialisti in Ciad per stage di 12 mesi e ha donato un milione di yuan di apparecchiature mediche al paese. Negli ospedali, i medici locali lavorano insieme a specialisti cinesi, anche eseguendo interventi chirurgici sotto la loro attenta guida, migliorando la professionalità.
Nell’aprile 2020, un gruppo di esperti medici cinesi è volato in Burkina Faso per aiutare i medici locali a sviluppare meccanismi per combattere COVID-19. Medici dalla Cina hanno condiviso la loro esperienza nella lotta alla pandemia e hanno donato attrezzature per il primo soccorso e dispositivi di protezione individuale.
La RPC non solo costruisce istituzioni mediche per i paesi che necessitano della “Via della Seta della Salute”, fornisce loro i farmaci e gli specialisti necessari, ma aiuta anche a creare autonomamente industrie manifatturiere nel campo della medicina. Un esempio lampante è la Mauritania, dove l’industria farmaceutica è praticamente assente. Come colonia, ha adottato il sistema sanitario francese e gli standard sui farmaci. Dall’indipendenza, gli elementi di base del sistema parigino di standard farmaceutici continuano ad esistere, motivo per cui la maggior parte dei farmaci sono francesi. Nonostante il loro costo elevato, la popolazione locale è costretta ad acquistare questi farmaci.
Le medicine cinesi entrano in Mauritania attraverso due rotte. Il primo è attraverso la Francia: la Quinta Repubblica acquista antibiotici di bassa qualità ed efficacia dalla RPC, oltre a liquidi iniettabili, e poi li rivende in Mauritania. Il secondo modo è attraverso gli ospedali cinesi. Ogni anno Pechino stanzia diverse centinaia di migliaia di yuan per i medicinali autoprodotti inviati agli ospedali cinesi in Mauritania. I medici del Regno di Mezzo scrivono prescrizioni per ricevere gratuitamente tali farmaci e li distribuiscono attivamente tra la popolazione locale. Le équipe mediche cinesi effettuano diagnosi e cure gratuite dei residenti locali, informandoli attivamente sulle proprietà benefiche delle medicine tradizionali cinesi. Grazie a tale politica, la popolazione locale acquista fiducia e rispetto non solo per le medicine ma anche per i medici cinesi,
In Mauritania, non solo la popolazione locale, ma anche le autorità vogliono aumentare la quota dei medicinali cinesi, dal momento che il loro costo è parecchie volte inferiore a quello francese e l’efficacia è fuori dubbio. Tuttavia, attualmente non è possibile saturare completamente il paese con i farmaci della RPC a causa degli standard farmaceutici della Quinta Repubblica. Quindi, uno dei requisiti è fornire un elenco dei componenti dei medicinali in francese e i risultati della ricerca che questi medicinali sono adatti ai residenti di un determinato paese.
La Pechino ufficiale, con vari pretesti, ha ripetutamente affermato l’impossibilità di soddisfare pienamente questi requisiti e ha invitato il governo del paese a sviluppare un proprio standard sui farmaci. Secondo gli analisti cinesi, questo passo consentirà alla Mauritania di liberarsi definitivamente delle “catene francesi” e di lanciare una propria industria farmaceutica, che sarà sviluppata dagli specialisti della RPC nell’ambito della “Via della seta della salute”.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: