Fake!

Come scrive il Bmj: “Gli studi clinici sul vaccino contro il coronavirus di Pfizer sono stati condotti violando le norme e dei regolamenti scientifici per condurre tali studi, inclusa la falsificazione dei dati, la rivelazione dell’identità dei volontari e l’occultamento degli effetti collaterali negativi”. Più di così si muore, si potrebbe dire con un umorismo nero. Dunque si tenta di obbligare la gente a vaccinarsi con un preparato sperimentale che ha soltanto un approvazione di emergenza concessa sulla base di uno studio sostanzialmente falsificato. Ecco l’immagine perfetta della “nuova normalità” che serve al potere per rimanere in sella.

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

2 pensieri riguardo “Fake!”

  1. Tuttavia coaguli di sangue e problemi cardiaci rimandano immediatamente alle reazioni avverse dei vaccini contro il covid e alla strana epidemia di morti improvvise che si hanno tra i giovani e i giovanissimi. Di solito l’informazione riporta a malincuore i misteriosi decessi nel mondo dello sport che sono quelli che proprio non si possono nascondere, ma in realtà i casi di morte improvvisa si stanno moltiplicando per motivi che non si conoscono e che presumibilmente non si ha nessuna voglia di indagare. Si potrebbe trattare di casi estremi di una situazione molto più generalizzata. Coloro che hanno il coraggio di infrangere l’omertà vaccinale dipingono quadri inquietanti della situazione e per esempio un medico canadese Charles Hoffe nel corso di un dibattito televisivo ha sostenuto che il 62 per cento dei suoi pazienti vaccinati ha riportato danni cardiaci permanenti.

    Del resto viviamo dentro uno spaesamento generale dove non si conoscono più i confini tra realtà e inganno e dove la nostra realtà personale è insidiata dall’inganno globale che i più nemmeno riconoscono.
    Ibidem

    "Mi piace"

  2. In un’inchiesta pubblicata sul British Medical Journal sulla base della documentazione prodotta da una ricercatrice, risulta che gli studi clinici condotti da una società che ha collaborato con la Pfizer alla sperimentazione del vaccino sono stati condotti in violazione delle regole, falsificando i dati, smascherando l’identità dei partecipanti in cieco e trascurando gli effetti collaterali. Gravissima anche la denuncia della supervisione quanto meno collusa della FDA, che ha ignorato la denuncia della ricercatrice e risulta aver ispezionato solo una percentuale minima dei siti dove avveniva la sperimentazione sui vaccini.
    http://vocidallestero.blogspot.com/2021/11/bmj-ricercatrice-denuncia-problemi-di.html

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: