Ippocrate tradito

Come si può vedere dalla Gazzetta ufficiale  i ricoveri per covid  durante tutta l’emergenza che dura ormai da quasi due anni, di volta in volta reiterata, godono di una remunerazione superiore che può andare da quasi 4000 mila euro al giorno per arrivare sino a quasi 10 mila nelle terapie intensive. C’è da meravigliarsi se il covid è così diffuso e viene cercato a forza di cicli fasulli come fosse una pepita mentre tutte le altre malattie vengono colpevolmente trascurate, moltiplicando le vittime indirette della falsa pandemia ? E che dire dei premi vaccinazione ai medici concessi dallo stato e dalle regioni, delle torme di infermieri con la siringa in mano e il premio per ogni vittima? Sono cose che co modalità diverse, ma convergenti sono accadute in tutto il mondo: il covid è stata una manna dal cielo per tutto il settore sanitario, tanto da mandare all’aria l’assistenza per qualsiasi altra patologia. Se un malato terminale di tumore mi muore positivo vale il doppio. Se ti hanno investito e sei positivo, sei una manna dal cielo. Se invece non sei positivo sei una palla al piede.

Del resto pagare era l’unico sistema per assicurarsi la complicità della classe medica nel suo complesso  e per evitare che la commedia non venisse interrotta prima ancora di entrare nel vivo: di fronte ai soldi la maggior parte di quelli che lavorano in questo settore hanno perso la testa e si sono prestati a un’operazione di cui moltissimi  non hanno compreso il senso complessivo, magari pensando che esagerare non era poi un peccato così grave e una vaccinazione dopo tutto non poteva fare male anche se non serviva a nulla.  E nemmeno si sono sentiti offesi dal divieto di cura che è stato imposto: tanto dopo un po’ tutti sapevano che si trattava di un influenza e che poteva essere fatale solo per chi si trovava già in condizioni precarie ed era a rischio per qualsiasi infezione banale. Negli anni, nei decenni tutto ha collaborato a creare questa noncuranza nei confronti dei propri doveri e dei propri giuramenti, a inquinare la ricerca, a banalizzare le professioni e a farne qualcosa che possiede  un esclusivo valore  monetario. Così ci troviamo prigionieri di una malattia che facendo le proprie vittime tra le persone che hanno raggiunto o superato l’attesa di vita media si può dire che nemmeno esiste anche se ha fatto centinaia di migliaia di vittime per fattori indiretti, ovvero la già citata caduta dell’assistenza sanitaria, le mascherine, le segregazioni, le vaccinazioni con la loro marea di reazioni avverse e di decessi che ci si ostina a non riconoscere. Sempre per soldi ovviamente.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

2 pensieri riguardo “Ippocrate tradito”

  1. Ciao

    l’articolo permette vari tipi di commento…vado riga dopo riga…

    Cosa c’entri il neoliberismo con la caduta di ogni valore in ambito medico non mi è ben chiaro…forse che tale caduta non può avvenire nell’ambito di un sistema di capitalismo di stato?…

    Il problema probabilmente non sta solo qui…

    La remunerazione dei ricoveri, per quel poco che ne so, è proporzionale al carico assistenziale e non va certamente nelle tasche del personale sanitario, se non in forma marginale…Forse la parte maggiore di incentivi va nelle tasche dei direttori generali delle ASL e, a cascata, dei loro sottoposti…(si tratta di medici pubblici non direttamente impegnati nell’assistenza ai pazienti…).

    A proposito dei premi vaccinazione ai medici, in base ai miei vecchi ricordi, credo riguardino, per ciò che concerne i medici di medicina generale, emolumenti di una prestazione che non rientra nella quota percepita per i compiti assistenziali usuali, in quanto le vaccinazioni costituiscono una prestazione a parte(extra…in termini contrattuali,come avviene per altre vaccinazioni eventualmente praticate da ogni sanitario).

    Che la vaccinazione anti Covid 19 serva a nulla, come si legge nel seguito dell’articolo, è una SOLENNE IDIOZIA.

    Che abbia lati oscuri, non ancora prevedibili a breve, medio e soprattutto lungo termine è verosimilmente più probabile…

    Proseguiamo…

    Cha la Covid 19 sia assimilabile a un’influenza è una SOLENNE IDIOZIA…O addirittura che non esista può fare rimpiangere il Don Ferrante di manzoniana memoria come più avanzato nella comprensione dei fenomeni…

    Proseguiamo…

    E’ possibile che servano meno medici in futuro perchè molto del loro operato attuale verrà sostituito( lo si potrebbe già fare adesso per varie prestazioni…) da tecniche di intelligenza artificiale.

    Io e te abbiamo conosciuto la qualità media dell’assistenza sanitaria nei decenni dal 1950 al 1980 e per quello che posso ricordare è impossibile fare paragoni rapidi tra fenomeni complessi.

    Forse, soppesando i vari aspetti, è cambiato niente…

    Mi pare che l’autore dell’articolo abbia idee in merito dettate forse da nostalgie acritiche.

    Concludendo, mi viene da ridire molto sulla qualità di una pubblicazione che sembra avere soprattutto lo scopo di distogliere l’autore/trice da situazioni problematiche relative alla percezione del reale.

    Ciao

    GC

    >

    "Mi piace"

  2. Il punto centrale è che hanno fatto di tutto per rendere il Covid remunerativo a scapito di ogni altra patologia con ospedali (come quello di Cento “dedicati”) ; col risultato di far morire mia madre colpevole di avere solo uno scompenso cardiaco

    "Mi piace"

Rispondi a giorgiocorazza Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: