Cronache marziane

In questa esclusiva mondiale, la dottoressa Jane Ruby incontra l’imbalsamatore e direttore funebre certificato dal consiglio di amministrazione, Richard Hirschman che rivela, per la prima volta in assoluto, arterie e vene piene di combinazioni innaturali di coaguli di sangue con strani materiali fibrosi che stanno riempiendo completamente il sistema vascolare. Molte delle vittime sarebbero morte per infarto e ictus. Il signor Hirschman riferisce di aver trovato resistenza quando ha cercato di imbalsamare questi pazienti colpiti, e poi ha trovato questi strani materiali e li ha estratti dai grandi vasi dei corpi. Ha anche riferito di essere passato dal vedere il 50% dei suoi casi imbalsamati con questo tipo di blocchi salire a quasi l’80%.

Guardate il video direttamente al sito:

https://rumble.com/vtr470-worldwide-exclusive-embalmers-find-veins-and-arteries-filled-with-never-bef.html

(MB – Una informazione cruciale per gli storici della pseudo pandemia (se   mai ci saranno) viene rilevata da “Distopia 2.0”:  anche la Commissione Europea tenne il  suo Event 201 come  gli USA:    il Global  Vaccination Summit .  Nulla di segreto: uno dei tanti  “summit” indetti dalla UE, che al sottoscritto è passato inosservato, e solo “dopo”la pandemia acquista il suo significato)

leggete qui:

Il 12 settembre 2019 si svolse a Bruxelles il primo vertice mondiale sulla vaccinazione: il Global Vaccination Summit 2019. L’evento, organizzato dalla Commissione europea in collaborazione con l’OMS, ebbe luogo 36 giorni prima dalla simulazione della pandemia di un nuovo coronavirus – Event 201 Pandemic Exercise (https://t.me/distopia2punto0/294) – promossa dal Johns Hopkins Center for Health Security, unitamente al WEF e alla Bill & Melinda Gates Foundation.

L’evento – previo invito – riunì circa 400 partecipanti provenienti da tutto il mondo, tra cui leader politici, rappresentanti delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali, ministeri della Salute, Ong, accademici, scienziati e professionisti della salute.

Il summit fu strutturato intorno a tre tavole rotonde, vere e proprie dichiarazioni di fede:

🔹In Vaccines We Trust – Intensificare le azioni per aumentare la fiducia nei vaccini.
🔹The Magic Of Science – Promuovere la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione nel campo dei vaccini.
🔹Vaccines Protecting Everyone, Everywhere – Stimolare iniziative di risposta globale per garantire salute, sicurezza e prosperità attraverso l’immunizzazione.

Tra i membri di spicco di queste tavole rotonde figuravano: Nanette Cocero, Presidente globale di Pfizer Vaccines, il Dott. Seth Berkley, CEO di GAVI, e Joe Cerrell, amministratore delegato per l’Europa, il Medio Oriente e l’Asia orientale della Bill & Melinda Gates Foundation per Global Policy and Advocacy.

In questo contesto, si inserì anche la proposta dell’Unione europea su “una carta/passaporto comune per le vaccinazioni (https://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/1/2018/EN/COM-2018-244-F1-EN-MAIN-PART-1.PDF)” avanzata nell’aprile 2018 (per approfondire qui (https://www.dr-rath-foundation.org/2021/04/european-plans-for-vaccine-passports-were-in-place-20-months-prior-to-the-pandemic-coincidence/)), congiuntamente all’obiettivo di vaccinare tutta la popolazione. A tal proposito fu proposto il documento “Dieci azioni verso la vaccinazione per tutti (https://ec.europa.eu/health/system/files/2019-11/10actions_en_0.pdf)”.

Se non è premeditazione questa… non stupisce quello che ora sappiamo

biontech-prima
BionTech di Magonza, l’associata della Pfizer nei suoi documenti compare lo studio già in fase 1 di un vaccino a mRna contro il covid fatto nel 2019.

Un ultimo tassello: il 27 agosto 2021 l’OMS ha pubblicato una guida (https://t.me/distopia2punto0/230) con l’obiettivo di “incoraggiare” tutti i paesi membri ad introdurre un “certificato digitale vaccinale”, non prima di aver testato le reazioni sulla popolazione.

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

1 commento su “Cronache marziane”

  1. La situazione è peggiore che mai in Israele (al 2 febbraio 2022), il Paese laboratorio per eccellenza per il resto del mondo: “L’ 80% dei casi gravi è vaccinato completamente [raddoppiando o triplicando le dosi] “, dichiara il direttore del Ospedale Ichilov:

    • ” “L’80% dei casi gravi di COVID è completamente vaccinato” afferma il direttore dell’ospedale di Ichilov “, Israel National News – Arutz Sheva

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: