L’arma segreta

ma adesso sappiamo che i magazzini di armi e gli uomini che li gestivano, non erano nella parte in superficie alla quale si riferiscono tutte le immagini che si hanno, ma si trovavano 60 metri sotto il terreno roccioso e in casematte piuttosto resistenti. Ora esistono i bunker buster capaci di demolire queste strutture, ma sono bombe portate su aerei e comunque l’unica capace di produrre questi effetti pesa 14 tonnellate e può essere portata solo da un B52. Dunque il razzo che ha distrutto il magazzino sotterraneo deve avere capacità inedite e spaventose che non derivano solo derivare dall’alta velocità di impatto a Mach 3 o 4, ma devono essere frutto di anche di un generatore di onde d’urto che possono distruggere forti corazzature senza realmente intaccarle dall’esterno favorendone lo sbriciolamento dall’interno. Tanto per fare un esempio è come quando un proiettile anticarro con esplosivo ad altro potenziale colpisce la torretta di un carro armato provocando la morte dell’equipaggio e l’esplosione delle munizioni pur senza un’effettiva penetrazione. Ad ogni modo i russi hanno dimostrato alla Nato di avere anche loro un penetratore a energia cinetica/un’arma ad onde d’urto che può distruggere qualsiasi bunker con estrema efficacia, ma che a differenza dei sistemi Nato viaggia su missili ipersonici non intercettabili e non su aerei grandi e grossi facilmente abbattibili. Il messaggio è: possiamo distruggere i pochi minuti i depositi di armi nucleari in Italia e Germania o anche altrove anche nel caso decideste di attaccare per primi come del resto è nella dottrina della Nato.

https://ilsimplicissimus2.com/2022/03/23/larma-segreta/

Autore: redattorecapo

associazione culturale Araba Fenice fondata a Bondeno (FE)

1 commento su “L’arma segreta”

  1. Di fatto ci troviamo di fronte a una partita a scacchi tra Russia e Nato di cui il pubblico non ha la minima idea: se l’avesse infatti essa mostrerebbe le debolezza dell’alleanza invincibile e indurrebbe forse un mutamento nelle opinioni pubbliche. Queste armi in effetti non sono affatto segrete, ma apertamente mostrate, tuttavia rimangono ignote all’uomo della strada che è costretto a vivere dentro le narrazioni del mainstream.
    Ibidem

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: