Serbia

A forza di cercare non la pace, ma un’esclalation artificiale per compiacere Washington, l’Europa è ora di fronte alla prospettiva di una guerra totale, compredente anche la Cina, che la porterà alla distruzione. I controlli di volo riferiscono che un certo numero di trasporti militari cinesi sono volati in Serbia e prima di atterrare avrebbero eseguito le manovre tipiche del lancio di paracadutisti. Ci sono numerose persone in tutto il mondo che osservano questi movimenti di volo e talvolta li registrano perché In linea di principio, chiunque sia in grado di utilizzare motori di ricerca Internet e siti di radar di volo può partecipare a questa caccia visto che ogni aereo  – almeno al di fuori delle missioni di combattimento – ha  un transponder attivo con il quale vengono comunicate posizione, velocità, direzione e destinazione. Io stesso mi ci sono divertito in qualche caso. In ogni caso tali informazioni sono arrivate al programma radiofonico HAL Turner degli Stati Uniti il ​​9 aprile, che ha pubblicato la seguente notizia : un totale di sei aerei da trasporto Xian Y 20 delle delle forze armate cinesi avrebbero volato verso la Serbia e sarebbero atterrati a Belgrado . Questi aerei sono in grado di portare ognuno 300 uomini e 66 tonnellate di materiale. I numeri di volo sarebbero: 7A4287, 7A427F, 7A428A, 7A4281, 7A4282,7A4285.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

2 pensieri riguardo “Serbia”

  1. Domenica 3 aprile, al termine della giornata di voto, il primo a rivolgersi all’opinione pubblica serba non è stato l’organismo responsabile delle operazioni di spoglio delle schede, ossia la Commissione elettorale centrale (RIK), bensì Aleksandar Vučić, il quale ha subito dichiarato la vittoria. Rendendo noti i risultati preliminari delle elezioni, prima ancora che lo facesse la RIK, Vučić ha affermato: “Queste cifre non possono subire variazioni”.

    Stando agli ultimi dati diffusi, sulla base del 99% delle schede scrutinate, Vučić ha conquistato il 58,56% dei voti alle elezioni presidenziali, mentre il suo principale sfidante, Zdravko Ponoš, si è fermato al 18,35%. Alle elezioni politiche anticipate, tenutesi contemporaneamente a quelle presidenziali e alle amministrative nella capitale Belgrado, il partito guidato da Vučić (Partito progressista serbo, SNS) ha trionfato con il 43% dei voti.
    https://www.balcanicaucaso.org/aree/Serbia/La-Serbia-dopo-le-elezioni-217282

    "Mi piace"

  2. Il fatto che Belgrado non abbia introdotto sanzioni contro Mosca dopo l’invasione dell’Ucraina ha spinto molti cittadini serbi che nutrono sentimenti filorussi e sono contrari all’ingresso della Serbia nell’UE e nella Nato a votare Vučić.
    Ibidem

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: