La fine dell’Europa

Lo stesso Michaux scrive apertamente “Quello che può essere richiesto, quindi, è una significativa riduzione della domanda sociale per tutte le risorse, di tutti i tipi. Ciò implica un contratto sociale molto diverso e un sistema di governance radicalmente diverso da quello in vigore oggi”. In un altro recente articolo del Global Warming Policy Foundation si dice altrettanto chiaramente che il Green Deal europeo avrà l’effetto di spezzare il potere economico e socio-politico dell’Europa, “rendendola un banale e incapace palude  dipendente da e asservita ad altri poteri. ”  L’attentato terroristico al Nord Stream conferma in maniera molto chiara questa tendenza e questo utilizzo di suggestioni climatiche fasulle per diminuire di fatto l’energia a disposizione di ciascun cittadini, per cui occorre scordarsi di avere a disposizione le quote di energia e dunque anche di benessere alle quali siamo abituati e grazie alle quali per un breve periodo si sono alimentate le speranze di una democrazia in crescita. Quello a cui davvero si tende non sono le emissioni zero, ma la democrazia zero.

Motivi per non vaccinarsi

Club Valdai

Questa storia è iniziata otto mesi fa con edificanti dichiarazioni per la quali non saremo mai entrati in guerra direttamente, davamo solo qualche mitraglietta al commediante di Kiev. Ora siamo a schierare le atomiche tattiche B-61 a Brescia e Pordenone con una Presidente del Consiglio che proviene da quella destra sociale romana che in tradizione era anti-americana quanto anti-sovietica e che ora invece si mette allineata e coperta nella truppa occidentale che va alla resa dei conti conto il mondo che non va più nel verso giusto.
Non è che la post-fascista sta diventando democratica, sono le nostre “democrazie” che stanno diventando post-fasciste. In bocca la lupo che, come si sa, perde il pelo ma non il vizio.

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/i-dieci-anni-che-sconvolgeranno-il-mondo

Proibito

Ho il piacere e l’onore di annunciare che questo post del Simplicissimus  Vaccini: un bimbo su 500 ospedalizzato per reazioni avverse. E Ema consiglia i sieri. riguardante una recente ricerca tedesca i cui risultati sono stati riportati sulla rivista Jama, quella dell’Associazione Medica americana, non può più essere visto su Facebook perché “viola gli Standard della community in materia di disinformazione che potrebbe causare violenza fisica”. Si direbbe che i sacrifici dei bambini siano il clou di questi evocati standard, ma dopo questo annuncio privo di qualsiasi senso e peraltro formulato in un  italiano sgrammaticato, viene aggiunto il fatto che le informazioni contenute nel post sarebbero false, ovviamente senza dire perché, come è costume degli stupidi e dei vigliacchi. Dunque la maggiore associazione medica americana direbbe il falso secondo questi decerebrati. Mi permetto di segnalare la cosa perché è a suo modo divertente:  la American Medical Association è stata una delle più ferventi adoratrici dei vaccini e dunque è forse per questo che spesso ha detto il falso e il social è forse sensibile a questo piccolo mutamento di rotta.

https://ilsimplicissimus2.com/2022/10/24/post-e-spost

Con la guerra in Ucraina, il rialzo dei prezzi, la nuova povertà incombente e con il tentativo di mettere un tappo al vaso di Pandora della pandemia, ci si è quasi scordati del carteggio tra la Pfizer e la Fda americana che solo grazie a un giudice si è riusciti ad ottenere, sia pure a tranche che ci metteranno quasi un anno ad arrivare. Ma già adesso che la documentazione consegnata comprende circa 200 mila fogli si intravede con molta chiarezza l’azzardo criminale che l’industria farmaceutica e le burocrazie di controllo completamente infiltrate dalla prima, hanno attuato ai danni delle persone con l’introduzione di sieri genici non ben studiati per alcuni versi, noti invece a causa dei danni che producono per altri e infine sostenuti con una narrazione bugiarda riguardo agli effetti e all’efficacia di questi pseudo vaccini.

leggi tutto su https://ilsimplicissimus2.com/2022/10/25/vaccini-come-hanno-giocato-a-dadi-sulla-vita-umana/

C’è un medico qui?

Il sindacato Fials ha ricevuto segnalazione da parte di alcuni operatori sanitari in servizio presso il centro per le inoculazioni dei sieri anti-Covid19 nel capoluogo sardo. Rivelano che si sono verificati vari casi di malore dopo le iniezioni, tra cui mancamenti e svenimenti, di un’entità tale da richiedere l’intervento di un medico rianimatore, la cui presenza nella struttura non è prevista.

https://www.byoblu.com/2022/10/12/cagliari-malori-allhub-vaccinale-serve-un-rianimatore/

Prendiamo tanto per fare un esempio l’attentato al ponte sullo stretto di Kerch detto ponte di Crimea: un camion carico di esplosivo proveniente dalla Georgia è stato fatto esplodere sul tratto autostradale del ponte proprio mentre stava transitando un treno merci con cisterne di gasolio, L’esplosione risultante ha demolito due campate autostradali in cemento armato e ha ricoperto di fuliggine il letto della ferrovia. Ciononostante i danni non sono stati strutturali e tutto il traffico ferroviario e metà del di quello stradale sono stati ripresi il giorno stesso dell’esplosione. il problema è che la cosa ha fatto notizia in tutto l’occidente, ma ha trascurato due fatti: l’eccellente stabilità del ponte costruito dai russi a tempo di record a quanto pare senza l’ausilio dei Benetton, mentre la dinamica dell’attentato col camion pare dimostrare che la Nato non riesce a colpire la struttura con missili.

Sonnambuli

Perfino una critica seria e motivata della politica del Cremlino, per avere dato inizio ad una “partita militare e geopolitica” che ben poco ormai ha a che fare con la difesa della popolazione russofona del Donbass e che non solo avvantaggia proprio la politica di “pre-potenza” dell’America ma rischia di trascinare l’intero continente europeo nell’abisso, quindi non basta. Occorre “credere, obbedire e (se necessario) combattere” contro gli “orchi russi” ossia dei “subumani” come li ha definiti lo stesso Zelensky, che non intenderebbero altro linguaggio che quello della forza.
All’inizio del secolo scorso furono i “sonnambuli” a trasformare l’Europa in un immenso campo di sterminio. Ripetere lo stesso errore un secolo dopo sarebbe non solo imperdonabile ma la tragica e paradossale fine di una civiltà che si è sempre vantata di avere sconfitto proprio il “sonnambulismo” in tutte le sue forme.

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/sonnambuli

Vaccini mRNA

La nuova ricerca pubblicata il 20 agosto scorso si è occupata di vedere quali sono gli effetti delle nanoparticelle lipidiche contenute nei vaccini Covid mRNA per facilitare l’ingresso di informazioni genetiche nelle cellule,  sulla funzione del sistema immunitario degli animali da laboratorio. Il risultato in sintesi è che: “la piattaforma del vaccino mRNA-LNP induce cambiamenti immunologici inaspettati a lungo termine che influenzano sia la risposta immunitaria adattativa che la protezione eterologa contro le infezioni. I nostri studi chiariscono che sono necessarie ulteriori ricerche per determinare il vero impatto di questa piattaforma sulla salute umana”

In altre parole, qualunque cosa faccia il vaccino mRNA, di buono o di cattivo, potrebbe essere tramandato di generazione in generazione. Una prospettiva spaventosa: perché è possibile che le debolezze indotte sul sistema immunitario non scompaiano nelle generazione a venire. Inutile dire che gli studi presentati da Pfizer sulla degradazione delle nanoparticelle lipidiche nei topi sono radicalmente differenti e danno una persistenza non superiore alle 300 ore: resta da capire come mai una differenza così grande, anche se ormai le cose che non funzionano nella documentazione Pfizer, così come delle consorelle sono tali e tante che non ci si può stupire più di nulla. Ma non si capisce dove comini l’incompetenza, dove l’irresponsabilità e dove un eventuale e consapevole disegno. Perché ormai quest’ultima possibilità non è da escludere.

leggi tutto su https://ilsimplicissimus2.com/2022/09/11/i-guai-da-vaccinazione-possono-anche-essere-ereditat/

Gli stupidi non mancano

L’unico modo possibile per garantire il rifiuto della Germania delle forniture energetiche russe è coinvolgere entrambe le parti nel conflitto militare in Ucraina. La nostra ulteriore azione in quel paese porterà inevitabilmente a una risposta militare dalla Russia. Naturalmente, i russi non potranno ignorare la massiccia pressione esercitata dall’esercito ucraino sulle repubbliche non riconosciute del Donbass. Ciò consentirebbe di dichiarare la Russia un aggressore e di applicare l’intero pacchetto di sanzioni precedentemente preparato contro il Paese.

Da parte sua, Putin potrebbe decidere di imporre contro-sanzioni limitate, principalmente contro le forniture energetiche russe all’Europa. Quindi il danno per i paesi dell’UE sarà abbastanza paragonabile a quello per i russi e in alcuni paesi, in particolare la Germania, sarà maggiore. Il prerequisito perché la Germania cada in questa trappola è il ruolo guida dei partiti verdi e dell’ideologia in Europa. I Verdi tedeschi sono un movimento fortemente dogmatico, se non zelante, il che rende abbastanza facile convincerli a ignorare le argomentazioni economiche. Da questo punto di vista, i Verdi tedeschi sovra performano i loro omologhi nel resto d’Europa. Le caratteristiche personali ( qui, come si evince da altre parti del documento integrale, si fa riferimento alla scarsa intelligenza dei personaggi Ndr)   e la poca  professionalità dei loro capi – su tutti Annalena Baerbock e Robert Habeck – suggeriscono che è quasi impossibile per loro ammettere in tempo i propri errori. 

https://ilsimplicissimus2.com/2022/09/02/documento-segreto-il-suicidio-europeo-preparato-a-washington/